.CONSONANZE E DISSONANZE / Un libro con le ossa: da “Escalones que descienden hacia arriba” di David Eloy Rodríguez (Luces de Gálibo, 2017).

1   Hueco bajo la escalera donde niños en silencio escuchan los pasos de quienes suben y bajan atropelladamente en busca de la escalera.   1   Vuoto sotto la scala dove bambini in silenzio ascoltano i passi di chi … Continua a leggere .CONSONANZE E DISSONANZE / Un libro con le ossa: da “Escalones que descienden hacia arriba” di David Eloy Rodríguez (Luces de Gálibo, 2017).

CONSONANZE E DISSONANZE / Andrés Catalán, “A volte l’esistenza si riduce allo stare dentro una stanza o fuori di essa” (traduzione di Lorenzo Mari)

  A volte l’esistenza si riduce allo stare dentro una stanza o fuori di essa   A quanto pare ho comprato una finestra. Casa mia è spaziosa, è bianca e grigia e odora di cemento da poco armato. È una … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Andrés Catalán, “A volte l’esistenza si riduce allo stare dentro una stanza o fuori di essa” (traduzione di Lorenzo Mari)

Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Sull’esilio, ancora e ancora

CONSONANZE E E DISSONANZE Sull’esilio, ancora e ancora. “Persona minore” (Qudu, 2015) di Giancarlo Sissa Oltre ad aver considerato libri come Manuale di insonnia (2004) una lettura preziosa, se non fondamentale, nella mia ‘formazione’ – e qualunque cosa questo termine … Continua a leggere Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Sull’esilio, ancora e ancora

NEL FERRO DEL FUTURO. Omaggio a Michel Butor (1926-2016)

Michel Butor sull’ingresso della Biblioteca Gambalunga di Rimini, 7 novembre 2012 (photo courtesy: Daniele Ferroni)   LETTURE TRANSATLANTICHE Inerpicarsi con la serpe scivolare tra le righe ruggire con la pantera sceverare il minimo segno crogiolarsi nella sabbia coniugarsi nell’erba fiorire in tutta pelle … Continua a leggere NEL FERRO DEL FUTURO. Omaggio a Michel Butor (1926-2016)

Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari: Poemetto senza poema (apparente). Nicola Cavallaro e Luca Rizzatello, “Mano morta con dita” (Valentina editrice/Prufrock Spa 2012)

Ad agosto Carteggi Letterari si prende una pausa e sospende la programmazione ordinaria. Riproporremo post apparsi nel secondo anno di attività. “Consonanze e dissonanze” di Lorenzo Mari si occupa di “Mano morta con dita” di Nicola Cavallaro e Luca Rizzatello (pubblicato il … Continua a leggere Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari: Poemetto senza poema (apparente). Nicola Cavallaro e Luca Rizzatello, “Mano morta con dita” (Valentina editrice/Prufrock Spa 2012)

FLASHES E DEDICHE- L’ORNITORINCO DI MARI- 22

Un’altra bellissima realtà editoriale con un catalogo che racchiude alcune tra le migliori penne pennute e penati attuali è sicuramente la Edizioni Prufrock spa di Luca Rizzatello. Un catalogo, dicevo, che comprende ad esempio la Durante, Bellomi, il folletto di Micaletto, Miser, Onano (un piccolo gioiello il suo “Il sandalo di Nefertari”) e last but not least Lorenzo Mari e il suo Ornitorinco in cinque passi. Diciamolo subito : il libro è un gran bel libro, importante. Mari sta compiendo un percorso poetico eccellente e questo testo ne è la riprova. Un testo coeso, forte e ingannatore. Parla di qualcosa … Continua a leggere FLASHES E DEDICHE- L’ORNITORINCO DI MARI- 22

“La precisione dell’indifferenza” (Carteggi Letterari, 2016). Una nota sulla poetica di Pablo López-Carballo

Fresco di stampa, La precisione dell’indifferenza di Pablo López-Carballo (traduzione di Lorenzo Mari, illustrazioni di Francesco Balsamo, nota al testo di Sergio Rotino) è il primo “Quaderno di traduzioni” pubblicato dalle Edizioni Carteggi Letterari. Festeggiamo l’uscita con un’eccellente nota introduttiva alla … Continua a leggere “La precisione dell’indifferenza” (Carteggi Letterari, 2016). Una nota sulla poetica di Pablo López-Carballo

CONSONANZE E DISSONANZE – Cosa dire prima di partire? DIRE CASA (Arcipelago Itaca, 2015) di Francesca Perlini

di Lorenzo Mari Osserva giustamente Danilo Mandolini nella sua prefazione a Dire casa di Francesca Perlini – prima uscita della collana di poesia “Mari interni” della casa editrice che Mandolini ha recentemente fondato, Arcipelago Itaca – che il libro di Francesca Perlini si deve leggere unitariamente alla sua prima prova, Prima di partire (Sigismundus, 2013). Prima di partire, dunque, dire casa. Questo, non soltanto in virtù di un verso semplice e adamantino del secondo libro, che ricalca una verità tanto frequentemente condivisa da rischiare di farsi (magari altrove, fuori da quest’opera) filosofia spicciola – “torno a casa prima di partire” … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE – Cosa dire prima di partire? DIRE CASA (Arcipelago Itaca, 2015) di Francesca Perlini

Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Cercando “Vie di fuga” (Besa, 2015) con Daniele Comberiati

CONSONANZE E DISSONANZE / Cercando “Vie di fuga” (Besa, 2015) con Daniele Comberiati Pur sperando segretamente in una secca smentita, ci sono zone d’Italia che mi sembrano largamente trascurate dall’immaginario letterario canonico, e tra queste, mi pare che spicchi, per estensione e importanza, un’intera regione: la Calabria. I luoghi di Saverio Strati, Corrado Alvaro e Enzo Siciliano non sono stati battuti da scrittori altrettanto noti, negli ultimi anni, e anche il recente film di Francesco Munzi, Anime nere (2014), avanza attraverso terre scarsamente esplorate dal cinema italiano. Forse questo fatto non si traduce ipso facto in un vero e proprio … Continua a leggere Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Cercando “Vie di fuga” (Besa, 2015) con Daniele Comberiati

Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Attraverso le finestre della traduzione

CONSONANZE E DISSONANZE Attraverso le finestre della traduzione. Javier Vicedo Alós, “Finestre su nessuna parte” (Gattomerlino Superstripes 2015) Avvicinandomi all’opera di Javier Vicedo Alós e in particolare alla sua prima traduzione italiana in volume, ad opera di Antonio Bux, cercherò … Continua a leggere Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Attraverso le finestre della traduzione