CONSONANZE E DISSONANZE / Apologo del non-apologo: “Le pietre” (ExOrma, 2017) di Claudio Morandini

Rispetto ai romanzi precedenti di Claudio Morandini, Le pietre si presenta come un racconto prosciugato, nella lunghezza, nella forma e, con ogni probabilità, anche per l’impronta tematico-ideologica dell’autore sull’opera. Le 187 pagine del romanzo – da contarsi però nel formato … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Apologo del non-apologo: “Le pietre” (ExOrma, 2017) di Claudio Morandini

I luoghi e le scritture (rubrica di Antonio Devicienti): “Poche parole che non ricordo più” di Enrico De Vivo

Si potrebbe rubricare l’opera di Enrico De Vivo Poche parole che non ricordo più (Roma, Exòrma, 2017) come un romanzo soltanto per comodità definitoria e per offrire immediatamente al lettore un punto d’appoggio affinché egli possa orientarsi (anche se è proprio l’autore a … Continua a leggere I luoghi e le scritture (rubrica di Antonio Devicienti): “Poche parole che non ricordo più” di Enrico De Vivo

Passaggi – come note – dal libro UN SUICIDIO di Carlo Coccioli

di Giampaolo De Pietro   Passaggi – come note – dal libro UN SUICIDIO di Carlo Coccioli (PICCOLO KARMA EDiZiONi 2016)   Mesi fa ho ricevuto, poco prima che andasse in stampa, questo romanzo breve dello scrittore Carlo Coccioli, figura … Continua a leggere Passaggi – come note – dal libro UN SUICIDIO di Carlo Coccioli

“Non smetto di aver freddo” – Emilia Bersabea Cirillo

Paralisi e riscatto nel nuovo romanzo di Emilia Bersabea Cirillo di Claudia Iandolo   Un inverno lungo, freddo, in cui tutto appare bloccato.  La stessa vita di Dorina, protagonista del romanzo,  sembra essere consegnata irrimediabilmente ad un eterno presente. I … Continua a leggere “Non smetto di aver freddo” – Emilia Bersabea Cirillo

Le narrazioni (Sicilia) – RICORDO DI ANNA PAOLA SPADONI di Giuseppe Mazzaglia

RICORDO DI ANNA PAOLA SPADONI di Giuseppe Mazzaglia Quattro libri appena Devo la scoperta del catanese Giuseppe Mazzaglia a un post su Facebook del poeta Nanni Cagnone che lo ha conosciuto e frequentato a Roma, città dove Mazzaglia, novantenne, vive tuttora. Sulle prime, la supponenza di conoscere tutti i maggiori e i minori scrittori dell’Isola mi fa pensare a uno scrittore tutto sommato irrilevante, magari pubblicato da case editrici peregrine. Invece, Wikipedia mi smentisce. Leggo brevemente della sua vita e scopro che esordisce nel 1961 con una raccolta di racconti pubblicata da Feltrinelli, La dama selvatica, cui fanno seguito solo … Continua a leggere Le narrazioni (Sicilia) – RICORDO DI ANNA PAOLA SPADONI di Giuseppe Mazzaglia

Neve, cane, piede, di Claudio Morandini

di Daniela Pericone Claudio Morandini, Neve, cane, piede, Exòrma, 2015 Parto da qui. Da un titolo scandito come una sequenza cinematografica, Neve, cane, piede, il nuovo romanzo di Claudio Morandini che narra la vicenda singolare di un vecchio uomo di … Continua a leggere Neve, cane, piede, di Claudio Morandini

UNDERCORNER – Rubrica per giovani lettori (“Fight Club” di Chuck Palahniuk)

UNDERCORNER FIGHT CLUB di Chuck Palahniuk   Combattere contro qualcuno che non esiste eppure è sempre accanto a noi, non è davanti, non è dietro, ci circonda a trecentosessanta gradi, siamo incapaci di sfuggire al suo sguardo. Il senso di impotenza, figlio della totale assenza di spiragli, non farà che aumentare il potere di quell’ombra funesta che è il desiderio. Quel desiderio che alberga nel cuore di ognuno di noi e che prende forma ogni volta che, specchiandoci in un frammento di vetro, ci troviamo di fronte al migliore dei nostri riflessi: perfetto nella sua imponenza e magnificenza, dall’indiscutibile carisma e dalla dirompente personalità. Il nostro … Continua a leggere UNDERCORNER – Rubrica per giovani lettori (“Fight Club” di Chuck Palahniuk)

Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Cercando “Vie di fuga” (Besa, 2015) con Daniele Comberiati

CONSONANZE E DISSONANZE / Cercando “Vie di fuga” (Besa, 2015) con Daniele Comberiati Pur sperando segretamente in una secca smentita, ci sono zone d’Italia che mi sembrano largamente trascurate dall’immaginario letterario canonico, e tra queste, mi pare che spicchi, per estensione e importanza, un’intera regione: la Calabria. I luoghi di Saverio Strati, Corrado Alvaro e Enzo Siciliano non sono stati battuti da scrittori altrettanto noti, negli ultimi anni, e anche il recente film di Francesco Munzi, Anime nere (2014), avanza attraverso terre scarsamente esplorate dal cinema italiano. Forse questo fatto non si traduce ipso facto in un vero e proprio … Continua a leggere Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Cercando “Vie di fuga” (Besa, 2015) con Daniele Comberiati

“Voi non siete qui”, il romanzo di Guglielmo Pispisa

Ad agosto Carteggi Letterari si prende una pausa e sospende la programmazione ordinaria. Riproporremo post apparsi nel primo anno di attività. Recensione di Marco Olivieri al romanzo “Voi non siete qui” di Guglielmo Pispisa (pubblicato il 24 settembre 2014).   … Continua a leggere “Voi non siete qui”, il romanzo di Guglielmo Pispisa

“Dalla parte delle viole” di Mario Visone (edizioni Homo scrivens, 2015)

di Daniele Greco Quando viene sequestrato da degli sconosciuti, l’anarchico italiano Guido Santandrea non sa che i suoi carcerieri sono i membri del Partito operaio di unificazione marxista (Poum), che aveva cercato di tenere a bada uno dei tanti fuoriusciti … Continua a leggere “Dalla parte delle viole” di Mario Visone (edizioni Homo scrivens, 2015)

Sognando Maria Callas – Alessandro F. Ansuini

Si inizia con David Lynch, si passa per De Lillo e Pynchon, si abbozza una sceneggiatura tarantiniana, si accenna ripetutamente a DWF, si arriva a mosche vagamente inquietanti, alla Cronenberg, si finisce con un capovolgimento di fronti. Ventisei capitoli e settantasette note in questa narrazione di Alessandro F. Ansuini (“Sognando Maria Callas”, Meridiano Zero, 2015), che dichiara apertamente il suo debito con il post-moderno e, soprattutto, con la narrativa americana a partire da Hemingway e Kerouac. Un flusso di coscienza collettiva scorre nelle giornate del presunto protagonista, Enea (e già il nome rinvia all’eroe della pietas per eccellenza) in una … Continua a leggere Sognando Maria Callas – Alessandro F. Ansuini

Ventitré gradi e Ventisette primi

di natàlia castaldi A primo impatto la lettura del romanzo di Fabio Ognibene, 23° 27′, sembra inserirsi a pieno titolo nel filone letterario esistenzialista e ontologico di matrice heideggeriana, dacché il senso incombente della morte insieme a una coltre di … Continua a leggere Ventitré gradi e Ventisette primi