CONSONANZE E DISSONANZE / Tre versioni + una di Mario Martín Gijón (traduzioni e cura di Stefano Pradel)

Proponiamo al lettore italiano tre versioni del poeta Mario Martín Gijón, tratte dalla sua raccolta Rendicción (2013), e un inedito dalla prossima, Des en canto. Parliamo propriamente di versioni, e non di traduzioni, data l’implicita, ed esplicita, (il)leggibilità e (in)traducibilità … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Tre versioni + una di Mario Martín Gijón (traduzioni e cura di Stefano Pradel)

CONCORDANZE E DISSONANZE / Nella taglia esatta della pena: “Libretto di transito” (Amos Edizioni, 2018) di Franca Mancinelli

A dispetto del titolo, di alcune ricorrenze stilistiche e tematiche, e della tentazione di affermare (o, in questo caso, di consolidare) la presenza autoriale, il Libretto di transito di Franca Mancinelli si offre alla lettura come una serie testuale in … Continua a leggere CONCORDANZE E DISSONANZE / Nella taglia esatta della pena: “Libretto di transito” (Amos Edizioni, 2018) di Franca Mancinelli

CONSONANZE E DISSONANZE / Eros, heros, amor hereos: “con Figure” (Zona, 2018) di Eleonora Pinzuti

Eros, heros, amor hereos. Può essere questo slittamento semantico a descrivere, ma non di certo a delimitare, una delle possibili costellazioni disegnate – con figure, come da titolo – dal primo libro di poesia di Eleonora Pinzuti. Eros, innanzitutto, come … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Eros, heros, amor hereos: “con Figure” (Zona, 2018) di Eleonora Pinzuti

CONSONANZE E DISSONANZE / Se cerchiamo di capire il messaggio: “Distonia” (Kurumuny, 2018) di Daniele Barbieri

La Distonia citata da Daniele Barbieri nel titolo del suo più recente lavoro poetico, pubblicato nella collana Rosada della casa editrice Kurumuny nella primavera del 2018, non è solo, come da dizionario, un’alterazione del tono muscolare o nervoso che produce, … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Se cerchiamo di capire il messaggio: “Distonia” (Kurumuny, 2018) di Daniele Barbieri

CONSONANZE E DISSONANZE / Chi lo sa dopotutto? Aleksandr Blok, Paul Celan, “I dodici” (L’Arcolaio, 2018, trad. Dario Borso)

Tra i libri passati in sordina negli ultimi mesi, spiccano certamente – per rilevanza editoriale, interesse culturale e potenza della parola poetica – I dodici, scritto in russo da Aleksandr Blok, ri-scritto da Paul Celan in tedesco e infine ri-ri-scritto … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Chi lo sa dopotutto? Aleksandr Blok, Paul Celan, “I dodici” (L’Arcolaio, 2018, trad. Dario Borso)

CONSONANZE/DISSONANZE: “Lorca stampa la sua carta di imbarco” (inedito, 2018) di Ben Clark

Lorca imprime su tarjeta de embarque   Todavía eres joven porque no es necesario que hagas scroll al elegir el año en que naciste al facturar en Ryanair. (El año que viene es otro tema.) Pero mira, gira la rueda … Continua a leggere CONSONANZE/DISSONANZE: “Lorca stampa la sua carta di imbarco” (inedito, 2018) di Ben Clark

Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Sull’esilio, ancora e ancora

CONSONANZE E E DISSONANZE Sull’esilio, ancora e ancora. “Persona minore” (Qudu, 2015) di Giancarlo Sissa Oltre ad aver considerato libri come Manuale di insonnia (2004) una lettura preziosa, se non fondamentale, nella mia ‘formazione’ – e qualunque cosa questo termine … Continua a leggere Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari – Sull’esilio, ancora e ancora

Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari: Poemetto senza poema (apparente). Nicola Cavallaro e Luca Rizzatello, “Mano morta con dita” (Valentina editrice/Prufrock Spa 2012)

Ad agosto Carteggi Letterari si prende una pausa e sospende la programmazione ordinaria. Riproporremo post apparsi nel secondo anno di attività. “Consonanze e dissonanze” di Lorenzo Mari si occupa di “Mano morta con dita” di Nicola Cavallaro e Luca Rizzatello (pubblicato il … Continua a leggere Consonanze e dissonanze di Lorenzo Mari: Poemetto senza poema (apparente). Nicola Cavallaro e Luca Rizzatello, “Mano morta con dita” (Valentina editrice/Prufrock Spa 2012)

CONSONANZE E DISSONANZE / “L’impero in periferia”. Note sulle “Note di teoria, letteratura e politica” (2015) di Marco Gatto

Lo sguardo è là ma non vede una storia di sé o di altri. Non sa più chi sia l’ostinato che a notte annera carte coi segni di una lingua non più sua e replica il suo errore. È niente? … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / “L’impero in periferia”. Note sulle “Note di teoria, letteratura e politica” (2015) di Marco Gatto

CONSONANZE E DISSONANZE – Cosa dire prima di partire? DIRE CASA (Arcipelago Itaca, 2015) di Francesca Perlini

di Lorenzo Mari Osserva giustamente Danilo Mandolini nella sua prefazione a Dire casa di Francesca Perlini – prima uscita della collana di poesia “Mari interni” della casa editrice che Mandolini ha recentemente fondato, Arcipelago Itaca – che il libro di Francesca Perlini si deve leggere unitariamente alla sua prima prova, Prima di partire (Sigismundus, 2013). Prima di partire, dunque, dire casa. Questo, non soltanto in virtù di un verso semplice e adamantino del secondo libro, che ricalca una verità tanto frequentemente condivisa da rischiare di farsi (magari altrove, fuori da quest’opera) filosofia spicciola – “torno a casa prima di partire” … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE – Cosa dire prima di partire? DIRE CASA (Arcipelago Itaca, 2015) di Francesca Perlini

CONSONANZE E DISSONANZE / Nel ventre del grande animale, la scoperta della “Vocazione della balena” (L’Arcolaio, 2015) di Claudio Pagelli

Giunge fino a noi, fra i brandelli delle narrazioni mitico-religiose che ogni tanto ci pregiamo di raccogliere, la storia del profeta Giona, raccolta nel Libro della Bibbia a lui intitolato. Di Giona “la colomba”, figlio di Amittai, si ricorda soprattutto … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Nel ventre del grande animale, la scoperta della “Vocazione della balena” (L’Arcolaio, 2015) di Claudio Pagelli