La poesia del giorno: “Per Giovanni Falcone” – Alda Merini

La poesia del giorno è “Per Giovanni Falcone” di Alda Merini da Ipotenusa d’amore, La Vita Felice, 1994 (selezione Marta Cutugno) La mafia sbanda, la mafia scolora la mafia scommette, la mafia giura che l’esistenza non esiste, che la cultura … Continua a leggere La poesia del giorno: “Per Giovanni Falcone” – Alda Merini

La poesia del giorno: “Notte di maggio” – Giuseppe Ungaretti

La poesia del giorno è “Notte di maggio” di Giuseppe Ungaretti, in Vita d’un Uomo, tutte le poesie, testi secondo l’edizione “Meridiani” 2009 a cura di Carlo Ossola, Oscar Moderni, Mondadori (Selezione: Marta Cutugno) Continua a leggere La poesia del giorno: “Notte di maggio” – Giuseppe Ungaretti

La poesia del giorno: “È maggio” – Giovanni Pascoli

La poesia del giorno è “È maggio” di Giovanni Pascoli. (Selezione: Marta Cutugno)   A maggio non basta un fiore. Ho visto una primula: è poco. Vuol nel prato le prataiole: è poco: vuole nel bosco il croco. È poco: … Continua a leggere La poesia del giorno: “È maggio” – Giovanni Pascoli

La poesia del giorno: “Il melo” – Wislawa Szymborska

La poesia del giorno è  “Il melo” di Wislawa Szymborska, da “La gioia di scrivere”, Tutte le poesie (1945-2009) a cura di Pietro Marchesani, Adelphi Edizioni (Selezione: Marta Cutugno) Continua a leggere La poesia del giorno: “Il melo” – Wislawa Szymborska

La poesia del giorno: “Primavera 1916” – Giuseppe Ungaretti

La poesia del giorno è “Primavera 1916” di Giuseppe Ungaretti, in Vita d’un Uomo, tutte le poesie, testi secondo l’edizione “Meridiani” 2009 a cura di Carlo Ossola, Oscar Moderni, Mondadori (Selezione: Marta Cutugno) Continua a leggere La poesia del giorno: “Primavera 1916” – Giuseppe Ungaretti

La poesia del giorno: “È flebile la mia voce” – Anna Achmatova

La poesia del giorno è “È flebile la mia voce” di Anna Achmatova in “È flebile la mia voce” e altre poesie, cura e tradizione di Paolo Galvagni, Via del Vento edizioni (Selezione: Marta Cutugno)   Continua a leggere La poesia del giorno: “È flebile la mia voce” – Anna Achmatova

La poesia del giorno: “Lunga è la notte” – Peppino Impastato

La poesia del giorno è “Lunga è la notte” di Peppino Impastato [5-01-1948 / 09-05/1978] 41 anni dopo la morte (Selezione: Marta Cutugno)   Lunga è la notte e senza tempo. Il cielo gonfio di pioggia non consente agli occhi … Continua a leggere La poesia del giorno: “Lunga è la notte” – Peppino Impastato

La poesia del giorno: “Ho sceso, dandoti il braccio …” – Eugenio Montale

La poesia del giorno è di Eugenio Montale in Satura 1962-70, Milano, Mondadori 1971. (Selezione: Marta Cutugno)   Ho sceso, dandoti il braccio, almeno un milione di scale e ora che non ci sei è il vuoto ad ogni gradino. Anche così … Continua a leggere La poesia del giorno: “Ho sceso, dandoti il braccio …” – Eugenio Montale

La poesia del giorno: “Per Ingmar Bergman, che sa della parete” – Ingeborg Bachmann

La poesia del giorno è “Per Ingmar Bergman, che sa della parete” di Ingeborg Bachmann in “Non conosco mondo migliore”, traduzione di Silvia Bortoli, 2004 Ugo Ganda Editore in Parma  (Selezione: Giusi Arimatea) Continua a leggere La poesia del giorno: “Per Ingmar Bergman, che sa della parete” – Ingeborg Bachmann