#Parterre : l’album di debutto di “The Heart and the void”. Una miscela di folk-pop intensa e delicata

Di Libera Capozucca Parterre (24) L’esordio di questo artista, sobriamente introspettivo, è un album di versi e note che cadono senza rumore, dentro un battito di ciglia. Un racconto privato, condominiale che, da pensieri chiusi in piccoli appartamenti, si apre … Continua a leggere #Parterre : l’album di debutto di “The Heart and the void”. Una miscela di folk-pop intensa e delicata

Perché il Nobel per la letteratura a Dylan?

L’assegnazione del Nobel per la letteratura a Bob Dylan ha provocato un grande dibattito tra scrittori, poeti e musicisti. In generale, molti letterati, come Alessandro Baricco e, di recente, Valerio Magrelli, ospite sabato 22 ottobre a Otto e mezzo (condotto … Continua a leggere Perché il Nobel per la letteratura a Dylan?

Devendra Banhart a Milano: ed è subito un’altra musica

di Libera Capozucca Lo scorso Settembre l’avevamo lasciato a Milano in occasione dell’evento “D musica & altro” con un nuovo album in uscita. Da allora “Ape in pink Marble” ha ottenuto positivi consensi come nono album dell’artista texano, rivelando “un … Continua a leggere Devendra Banhart a Milano: ed è subito un’altra musica

Premio “Botteghe d’autore” ad Albanella (Sa): quel che di bello può dire la musica

di Libera Capozucca In occasione del “Rotunnella fest” (5-8 Agosto 2017), torna anche quest’anno il premio musicale “Botteghe d’autore” che ha riscosso buoni consensi di pubblico e critica, soprattutto grazie agli artisti invitati e all’accurata selezione di band emergenti. Da … Continua a leggere Premio “Botteghe d’autore” ad Albanella (Sa): quel che di bello può dire la musica

#Parterre : Ascoltate insil3nzio – vi presentiamo l’ep

di Libera Capozucca Parterre (19) E’ una sorta di profezia da Giudizio Universale quella che troviamo nelle tracce di questo ep, incapsulata in versi frenetici, liberata da sonorità megatoniche con ritmi pressanti. Una dimensione hardcore rap che, unita al rock … Continua a leggere #Parterre : Ascoltate insil3nzio – vi presentiamo l’ep

Cantautori roots rock americani, n. 2: John Mellencamp

John Mellencamp, inizialmente John Cougar, è uno dei più grandi rock-folk-singer dell’America più profonda. Uno Springsteen di campagna, originario dell’Indiana come John Hiatt. Il suo meglio l’ha dato dal 1982 (American Fool, l’album del successo) al 1989 (Bid Daddy). Grande … Continua a leggere Cantautori roots rock americani, n. 2: John Mellencamp

1 Giugno 2017 – Sgt Pepper’s compie 50 anni

Film evento di A. G. Parker (da non confondere con l’Alan Parker di The Wall): Sgt. Pepper’s Beyond, dal 30 maggio al 2 giugno nei cinema. RECENSIONE DEL DISCO SGT PEPPER’S PRESA DAL SITO SUI BEATLES PEPPERLAND: Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band è un album epocale, più importante per la storia della musica che per la storia dei Beatles, riconosciuto sin dalla sua uscita come un evento culturale, il cui fascino, come la sua gloria, aumenta al passare del tempo. Rolling Stones gli ha attribuito il primo posto nella classifica dei 500 migliori album di sempre, anche se altre graduatorie … Continua a leggere 1 Giugno 2017 – Sgt Pepper’s compie 50 anni

#Parterre : “La gravità senza peso” – il nuovo album del violista e polistrumentista di Zibba e Almalibre

di Libera Capozucca Parterre (17). Fabio Biale ha un lungo percorso alle spalle come musicista, e collaborazioni importanti con Giorgio Conte, The Gang, i Luf. Fino al 2013 suona con Zibba e Almalibre con i quali vince il Premio Bindi … Continua a leggere #Parterre : “La gravità senza peso” – il nuovo album del violista e polistrumentista di Zibba e Almalibre

Born To Run – o I Saw Her Standing There, o Twist and Shout

Bruce Springsteen scrive nell’autobiografia Born To Run che fu colpito dalla canzone I want to hold your hand (1964) dei Beatles. Infatti fu quella canzone che diede ai Beatles il primo singolo al n. 1 in America, e li convinse … Continua a leggere Born To Run – o I Saw Her Standing There, o Twist and Shout

Francesco Motta: la fine dei vent’anni è l’inizio di un sogno

di Libera Capozucca Milano, Alcatraz, 1 Aprile 2017 Non sarò qui a decantare il talento di un giovane artista di cui la critica ha già molto parlato tessendone lodi, a precisare come si sia fatto conoscere rapidamente attraverso un disco … Continua a leggere Francesco Motta: la fine dei vent’anni è l’inizio di un sogno