ungaretti

La poesia e il suo pubblico tra Otto e Novecento

Sul finire del XIX secolo l’allargamento del pubblico, dovuto ad un generale aumento dell’istruzione e dei servizi culturali offerti, genera una sorta di caccia al ‘nuovo’, inteso questo come rottura dei legami con l’irrigidita tradizione poetica nostrana, la quale sfornava … Continua a leggere La poesia e il suo pubblico tra Otto e Novecento

govoni20160824_2

L’elogio del disordine: i Fuochi d’artifizio di Corrado Govoni (1905)

Corrado Govoni esordisce a soli 19 anni con due raccolte e all’età di 25 ne ha già pubblicate sei. Le sue opere giovanili (pre-1915) sono scritte in maniera non immediatamente decifrabile e vengono ripubblicate solo ai giorni nostri. I Fuochi … Continua a leggere L’elogio del disordine: i Fuochi d’artifizio di Corrado Govoni (1905)

pirandello

Un personaggio in cerca di poesia. Luigi Pirandello poeta

Agli inizi della propria carriera Luigi Pirandello vedeva se stesso come autore in versi più che in prosa. Ci riporta questa attitudine, che i lettori d’oggi potrebbero percepire quantomeno come inconsueta, il carteggio con Luigi Capuana il quale, non tardi, … Continua a leggere Un personaggio in cerca di poesia. Luigi Pirandello poeta

nino-de-vita1

Occhio al testo (11): Nino De Vita – Ha piovuto

Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università di Palermo nel 1974, Nino De Vita ha insegnato Matematica e Osservazioni scientifiche in vari istituti del trapanese. Leonardo Sciascia, nel 1989, gli affida, assieme ad altri cinque studiosi, la direzione della fondazione che … Continua a leggere Occhio al testo (11): Nino De Vita – Ha piovuto

rubrica-degli-inverni_web

Presentazione di Paolo Lanaro – Rubrica degli inverni al Laboratorio Formentini

Domani sabato 5 novembre alle ore 16.00 presso il Laboratorio Formentini di via Formentini 10, Milano, in occasione del secondo incontro dedicato alla nuova collana di poesia «Le Ali» pubblicata da Marcos y Marcos e diretta da Fabio Pusterla, Paolo Lanaro legge … Continua a leggere Presentazione di Paolo Lanaro – Rubrica degli inverni al Laboratorio Formentini

russo_cover_small

Appunti a margine (2): un assoluto sottrarsi al dominio del tempo. Pietro Russo – A questa vertigine

Tempo fa, recensendo alcune poesie di Pietro Russo incluse nel Quadernetto di poesia contemporanea 4X10 ho definito le sue liriche come: «versi dell’attesa e dell’inciampo verbale-sintattico, ma già “scafati” all’ombra del magistero di Sereni, Petrarca e Dante. Una poesia che … Continua a leggere Appunti a margine (2): un assoluto sottrarsi al dominio del tempo. Pietro Russo – A questa vertigine

nicola-romano-poeta-3

Appunti a margine: Nicola Romano – Voragini e appigli

Si inaugura con questo post una rubrica di critica su alcuni libri di poeti contemporanei (che siano nuove proposte, esordi o autori più o meno affermati), le cui produzioni sono spesso messe ai “margini” sia dalla critica ufficiale che, di … Continua a leggere Appunti a margine: Nicola Romano – Voragini e appigli

russia-moscow-beautiful-red-square

Amara ironia su Mosca. Quando dissentire è un dovere, forse inutile.

Trent’anni or sono il ‘conterroneo’ Franco Battiato contemplava “la grazia innaturale di Nijinsky”; oggi io, per certi aspetti suo mediocre epigono, non posso che ponderare – inerme – “la vergogna innaturale in cui versa la terra della Rivoluzione d’Ottobre”. Altro … Continua a leggere Amara ironia su Mosca. Quando dissentire è un dovere, forse inutile.

4d55b-trumancapote

L’insostenibile aberrazione dell’omicidio statale. Residuati di vetusta idiozia indagati in “A sangue freddo” di Truman Capote

Se chi legge non è appassionato di modelli d’auto americane, le cosiddette “fifties”, fabbricate negli anni cinquanta del secolo scorso, la sua fantasia vacilla, scricchiola; si potrebbe dire, col Montale, che «un anello non tiene»: nel nostro caso trattasi dell’anello … Continua a leggere L’insostenibile aberrazione dell’omicidio statale. Residuati di vetusta idiozia indagati in “A sangue freddo” di Truman Capote

nicolas-bouvier

Insetti e malìe fermati da un viaggiatore elvetico. Il tema dell’orrido nei viaggi orientali di Nicolas Bouvier

Quanto il borioso occidentale-medio può essere ignorante sulla gnosi di latitudini ‘altre’ (orientali)? Non ci basta aver letto Hesse, come esserci vantati d’aver squarciato qualsivoglia velo di Maya, o ancora convertiti allo Zen grazie al tomo di turno leggiucchiato tracannando … Continua a leggere Insetti e malìe fermati da un viaggiatore elvetico. Il tema dell’orrido nei viaggi orientali di Nicolas Bouvier