“Laser Symphony” di Marcello Arosio a Palazzo dei Leoni, Messina

di Marta Cutugno

MESSINA. Ancora qualche giorno per lasciarsi incantare da “Laser Symphony”, l’installazione artistica interattiva ideata da Marcello Arosio ed inaugurata il 22 dicembre scorso nel cortile interno di Palazzo dei Leoni. Fino a sabato 30 dicembre, dalle ore 18:30 alle ore 23:00, sarà possibile abbandonarsi per alcuni minuti ad uno spettacolo di luci e suoni, anima di una suggestiva coreografia interattiva, di una dimensione altra.

Siamo stati sul posto e notato lunghe code di cittadini, in attesa di fruire, in piccoli gruppi, di questo momento audiovisivo e dinamico, importante segno di interesse, fermento e desiderio di sperimentazione, non soltanto tra i giovani ma anche nella partecipazione di famiglie e bambini.
Dopo una rapida illustrazione delle caratteristiche dell’installazione, lo staff apre le porte ad una decina di visitatori alla volta. Il buio è stemperato dai raggi rossi che, a pochi centimetri dal suolo, sono resi maggiormente visibili dall’aleggiare di una leggerissima fog; attraversarli significa dare vita ad una surreale, onirica coreografia  in un’atmosfera rarefatta ed impalpabile: ogni fascio laser, infatti, è in istantaneo collegamento con la produzione di suoni evocativi e con la proiezione di laser mapping sugli elementi architettonici in affaccio sul cortile. Un’interazione sognante tra uomo e macchina che avvolge e lascia contemplare lo spettatore il quale, semplicemente muovendosi, ne è ingranaggio. Imperdibile.

Laser Symphony, offerto alla città dall’Assessorato al Turismo del Comune di Messina in collaborazione con la Città Metropolitana e il Royal Palace Hotel, rientra nell’ambito del cartellone degli eventi organizzati dal Comune per le festività natalizie ed è la seconda tappa di avvicinamento, dopo il convegno dello scorso novembre alla Camera di Commercio, al Sicilia Light Art Festival che si svolgerà a maggio in città e in provincia.

Rispondi