FLASHES E DEDICHE – 71 – IL SENSO DELLA SOZIO

Ci son libri che racchiudono nella semplicità la loro essenza ed il loro senso. La semplicità da sola non basta però per scrivere qualcosa che risulti interessante, al di là di certi formalismi o iperaggettivazioni. Ci deve essere anche della purezza e della passione. Queste le ho trovate ne “L’andare e il senso ” di Antonella Sozio (Ali&no editrice 2017). Il fil rouge del testo è l’amore familiare, la memoria come presente. Si tratta di testi che fanno della propria linearità, una ricercatezza emotiva. Tenera ma anche decisa la scrittura della Sozio, di godibile fruizione.

 

 

 

 

Noi

 

Nostalgie purissime
di nodi e approdi.
Per noi, d’edera solo,
il senso.

 

Di vento

 

Del vento adoro tutte le voci
che sia ruggito possente
lamento straziante
o dolcissimo canto.
Come vita lo accolgo.
Che lo urli o lo sussurri
che mi scuota o mi incanti
è ciò che solo ripete:
ti fingi roccia ma è a me che appartieni,
a me devi tornare.

 

 

Notte

 

Piego la notte
tesso raggi di luna.
Ne faccio velluto
per il cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *