image

Parterre ( V ) : in arrivo il primo album de ‘La Stanza della Nonna’

di Marta Cutugno

Quinto appuntamento con Parterre insieme ad una band giovane e sicilianissima, “La Stanza della Nonna”. Abbiamo chiesto: da dove deriva questo stravagante e curioso nome? Tutto inizia perché un gruppo di amici si ritrova, si confronta a casa della nonna dei fratelli Giuffrida (componenti della band) condividendo pensieri, note ed aspettative. Tra le immancabili chiacchiere ed i sogni, le amichevoli mura domestiche di una stanza in disuso si trasformano via via nelle pareti di una sala prove: in onore di quello spazio raccolto in cui si scrivono testi, si studiano gli arrangiamenti e tutto si converte in musica – nasce una canzone dal titolo “La stanza della nonna” e da lì, il nome al gruppo, attivo dal 2012 ed inizialmente formato da Gianluca Fontanaro, Milko e Dario Giuffrifa, Claudio D’Iglio e Antonio Ramires: con nascente entusiasmo, il 17 agosto 2013 i cinque ragazzi pubblicano un EP – quattro canzoni – interamente autoprodotto.

image

Risale al maggio 2014 l’ingresso di Mariachiara Millimaggi – in sostituzione di Marco Lo Faro – che, da loro fan sfegatata, diventa compagna di avventura. Nell’estate 2014 si presentano al Contest di Centuripe (Enna): vincono la registrazione di un video professionale e l’esibizione di apertura del “LiberArt Virus Fest”, al quale partecipano affermati musicisti come Fabrizio Moro, Marta sui Tubi e Modena City Ramblers. Si aggiudicano anche un terzo posto, lo scorso 15 maggio, nel Contest musicale “Young Factor”, indetto dal Comune di Messina nell’ambito del progetto “Youth at work – Gioventù al lavoro”.

image

Si descrivono così: “La stanza della Nonna rappresenta la fusione tra vecchio e nuovo , tra uno stereo 8 ed un decoder digitale, tra genitori e figli, tra passato e futuro. (…) è un luogo casalingo, familiare ma che con i suoi segreti ed odori può rivelarsi sempre nuovo e rievocare così una miriade di sensazioni e ricordi, quei ricordi che ci si porta dentro tutta la vita, nella buona o nella cattiva sorte, anche quando si vedranno i propri nipoti saltare su quel letto, di quella stanza (…). La musica de “La stanza della nonna” si basa proprio su questo, rievocare ricordi e suggestioni da melodie e testi che hanno sapore di casa. Le mattine di primavera sul balcone, i ricordi di viaggi mai fatti o fatti in pantofole senza uscire dalla propria stanza, la lontananza dai luoghi natali o le notti sotto le stelle d’estate sono alcuni dei temi trattati nei brani”.

Il loro stile, che guarda con fermezza al mondo cantautorale italiano dei grandi – Gaetano, De Gregori, De André ecc – si tinge di contaminazioni folk, blues e bossa nova. Uno dei brani che maggiormente li rappresenta è Svegliarsi presto (La mattina) che puoi ascoltare cliccando QUI.

image

Oggi i nonni della stanza sono Gianluca Fontanaro: Voce, Kazoo; Claudio D’Iglio: Chitarra ritmica, Voce; Milko Giuffrida: Basso; Dario Giuffrida: Chitarra elettricaacustica; Marco D’Arrigo: Chitarra elettricaacustica; Mariachiara Millimaggi:Tastiera; Antonio Ramires: Batteria (presente nel disco).

image

Dalla fine di luglio, la band ha avviato i lavori di registrazione del primo omonimo disco presso il Dalek Studio di Claudio La Rosa a Messina: sette amici e dieci canzoni per un progetto che abbraccia il suo pubblico ancor prima di venire alla luce. Sul portale musicraiser.com, infatti, il 7 agosto è partita una raccolta fondi online e fino al 7 ottobre, cliccando QUI sarà possibile non soltanto visionare il divertente video di presentazione dei nonni ma contribuire da subito a sostenere la produzione del disco attraverso una donazione spontanea. L’album sarà in uscita ad ottobre ed in tre formati: versione digitale (8 euro), cd (10 euro) e vinile (25 euro).

Pagina Facebook “La Stanza della Nonna”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *