“Il rigo tra i rami del sambuco” di Emilia Barbato – recensione di Donato Di Poce

Il rigo tra i rami del sambuco – di Emilia Barbato di Donato Di Poce  Il rigo tra i rami del sambuco, ed. Pietre Vive, settembre 2018 Il rigo tra i rami del sambuco di Emilia Barbato (ed. Pietre Vive, … Continua a leggere “Il rigo tra i rami del sambuco” di Emilia Barbato – recensione di Donato Di Poce

“Un codice per la fantasia” di Angelo Campolo – Insegnare e apprendere nei laboratori teatrali per ragazzi

di Marta Cutugno “Il teatro diventa così un medium straordinario per mettere in luce il paradosso tra il ruolo che recitiamo in società ( dottore, studente, ingegnere, criminale, migrante) e la funzione che siamo chiamati a giocare nella verità del … Continua a leggere “Un codice per la fantasia” di Angelo Campolo – Insegnare e apprendere nei laboratori teatrali per ragazzi

“La traviata”: croce e delizia di Giuseppe Verdi al Teatro Vittorio Emanuele

“Un ritratto di donna nessuno da lui se l’aspettava” – M. Mila di Marta Cutugno Messina. Massimo Mila, tra i più accreditati biografi verdiani, ha sempre distinto due diverse personalità  operistiche in Giuseppe Verdi: la prima, attiva dagli albori della … Continua a leggere “La traviata”: croce e delizia di Giuseppe Verdi al Teatro Vittorio Emanuele

La seduzione del male in “Riccardo III.Suite d’un mariage”- di Auretta Sterrantino

“Ormai l’inverno del nostro scontento s’è fatto estate sfolgorante ai raggi di questo sole di York“   di Marta Cutugno Messina. “Prestato, vecchio, nuovo, blu“. Un fare lento, mani nelle mani e passi che sono prolungamento di un sentire recondito … Continua a leggere La seduzione del male in “Riccardo III.Suite d’un mariage”- di Auretta Sterrantino

Clan Off: La proiezione del pericolo in “Legittima difesa” di Laura Giacobbe – regia di Roberto Zorn Bonaventura

di Marta Cutugno  Messina. Come fa la ragione ad elaborare la proiezione di un pericolo e ad individuarne le strategie per difendersi? Ce lo racconta Laura Giacobbe in “Legittima difesa” che, in prima nazionale assoluta, ha aperto la stagione teatrale … Continua a leggere Clan Off: La proiezione del pericolo in “Legittima difesa” di Laura Giacobbe – regia di Roberto Zorn Bonaventura

MILLION FACES : il rock intimista ed esplosivo di Maria Fausta Rizzo per la Filarmonica Laudamo

di Marta Cutugno  Messina. Sala Laudamo. 25 ottobre 2018. Una fuoriclasse fuori dagli schemi. È Maria Fausta Rizzo, in concerto per accordiacorde, lo spazio che la Filarmonica Laudamo dedica ai nuovi linguaggi della musica all’interno della sua già ricca stagione. … Continua a leggere MILLION FACES : il rock intimista ed esplosivo di Maria Fausta Rizzo per la Filarmonica Laudamo

“Campari e scumpariri”: “Lo scoglio del mannaro” di e con Simone Corso ai Magazzini del Sale

di Marta Cutugno  “o ventu … o sciuttu … a moddu…” Messina. “Il mito è quel nulla che è tutto” diceva Pessoa. La gente di Sicilia lo sa bene e non smette mai di celebrare i miti e le leggende … Continua a leggere “Campari e scumpariri”: “Lo scoglio del mannaro” di e con Simone Corso ai Magazzini del Sale

I Minotauri – Del dicibile, dell’indicibile – di Mario Fresa

di Mario Fresa Nulla dire se non ciò che può dirsi. Così Ludwig Wittgenstein. È forse una rassegnata accettazione della paludosa situazione ove sempre, inevitabilmente, si affoga, e affonda, il nostro povero linguaggio, qualunque volta che s’illude, lo sfrontato, di … Continua a leggere I Minotauri – Del dicibile, dell’indicibile – di Mario Fresa

Filarmonica Laudamo: la sublimità concreta di Alexander Lonquich

di Marta Cutugno Messina. Un teatro colmo di spettatori ed una forte e sentita partecipazione ha salutato il primo appuntamento nel cartellone della stagione concertistica 2018/2019 della Filarmonica Laudamo. La storica Associazione Concertistica messinese vanta il primato di essere la … Continua a leggere Filarmonica Laudamo: la sublimità concreta di Alexander Lonquich

Del volo di una vita in “Dora in avanti” di Domenico Loddo al Teatro dei 3 Mestieri

di Marta Cutugno “… è una bambolina, si difende come può…” Messina. Chi è Dora? Dora è figlia, moglie, madre, donna, bambolina e farfalla, che non sopporta il silenzio, le albe ed i tramonti. Creatura in lotta contro e per … Continua a leggere Del volo di una vita in “Dora in avanti” di Domenico Loddo al Teatro dei 3 Mestieri

Della profondità di un rimpianto in “TATATO” di Gianmarco Orlando

di Marta Cutugno   “Perché non osate? Io mi pento di tutto nella mia vita, tranne di non aver osato; quindi, in fondo, non mi pento di nulla” – TATATO, La vita di un comico non fa ridere – di … Continua a leggere Della profondità di un rimpianto in “TATATO” di Gianmarco Orlando

“La traviata” del genio di Busseto al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

di Marta Cutugno Teatro Antico di Taormina. “A Venezia faccio la Dame aux Camelias che avrà per titolo forse, Traviata. Un sogetto dell’epoca. Un’ altro forse non l’avrebbe fatto per i costumi, per i tempi, e per altri mille goffi … Continua a leggere “La traviata” del genio di Busseto al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

AIDA Concert Gala al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

di Marta Cutugno Dall’abbozzo in prosa del libretto di “Aida” – 1870 ca “Oh, foss’io quel guerriero! E ritornare potessi carico di gloria e di allori a deporre a piedi della mia bella Aida la spada vincitrice. Tu sei bella … Continua a leggere AIDA Concert Gala al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

Tosca di Giacomo Puccini al Teatro Antico per Taormina Opera Stars

di Marta Cutugno  Teatro Antico di Taormina. Dopo il commovente minuto di silenzio osservato in ricordo delle vittime del disastro a Genova, è andata in scena ieri 16 agosto la prima di Tosca di Giacomo Puccini per il Taormina Opera … Continua a leggere Tosca di Giacomo Puccini al Teatro Antico per Taormina Opera Stars

“Il barbiere di Siviglia” al Parco Ecolandia di Reggio Calabria per Traiectoriae

di Marta Cutugno Reggio Calabria. Il 12 agosto, nella suggestiva cornice del Parco Ecolandia, è andato in scena “Il barbiere di Siviglia “ di Gioachino Rossini, a cura dell’Associazione Culturale “Traiectoriae” per la direzione artistica e la produzione di Domenico … Continua a leggere “Il barbiere di Siviglia” al Parco Ecolandia di Reggio Calabria per Traiectoriae

La “Salvezza”, un diritto per tutti : il graphic journalism di Rizzo e Bonaccorso per Feltrinelli Comics

 di Marta Cutugno

Se ti sedessi su una nuvola non vedresti la linea di confine tra una nazione e l’altra … 

[…] Peccato che tu non possa sedere su una nuvola”.

Sarebbe illuminante riuscire ad osservare il mondo da una postazione al di sopra di tutto come suggerito da Khalil Gibran e trovare insieme a Gianni Rodari la risposta al “perché il cielo è uno solo e la Terra è tutta a pezzetti”. C’è chi dice che chiudere i porti sia la soluzione, chi afferma che dobbiamo aiutarli a casa loro, chi grida al buonismo e chi è morto e continua a morire nel deserto, in Libia, in mare. Eppure la copertina di “Salvezza” – grapich novel con i testi di Marco Rizzo ed i disegni di Lelio Bonaccorso pubblicata a maggio 2018 da Giangiacomo Feltrinelli Editore per la collana “Feltrinelli Comics” curata da Tito Faraci – instilla nel lettore un legittimo interrogativo: dinanzi ad un uomo, ad una donna, ad un bambino che si trova a pochi metri e sta per annegare, chi riuscirebbe a voltare lo sguardo altrove, a non tendere una mano? L’istinto di sopravvivenza che alberga in ciascuno può davvero evitare di esplodere quale forza condivisa? Sfogliare le pagine di “Salvezza” significa imbattersi in un racconto generoso e forte, pregno di umanità e di dolore. I due narratori hanno scelto di vivere l’esperienza in prima persona ed il 10 novembre del 2017 si sono imbarcati per tre settimane sull’Acquarius, la nave bianca ed arancione con cui gli operatori di SOS Méditerranée insieme a Medici senza frontiere soccorrono i migranti al largo della Libia. “Salvezza” è, dunque, un’opera di graphic journalism unica nel suo genere che scaturisce da una parentesi di vita vissuta direttamente sul campo: Bonaccorso e Rizzo hanno trasferito su carta quel carico di emozioni raccolte da occhi e sensibilità tramite l’impiego degli strumenti del mestiere, fogli, pennelli, colori, macchine fotografiche e registratori. A rompere il muro di diffidenza è bastato un blocco schizzi ed una matita. Partendo da volti sofferti ritratti su un foglio, Bonaccorso e Rizzo sono riusciti ad instaurare un clima di maggiore confidenza ed hanno ascoltato storie di violenze sistematiche, di torture, di stupri. Un fumetto che fa informazione: comprende la presentazione dell’equipaggio a bordo, la descrizione delle fasi durante le operazioni di soccorso. Non mancano i volti degli autori, dei soccorritori, delle persone recuperate in mare e molte testimonianze corredate da dati ufficiali, documentati e verificabili. Un testo immediato, semplice ed estremamente simbolico da cui si evince la determinazione forte e irrinunciabile nel raccontare per fare conoscere a tutti la realtà dei fatti. Simbolo per eccellenza è il colore arancione. Arancione è il colore della nave Acquarius, dei salvagenti, della possibilità di salvezza e volutamente spicca nella predominanza dei grigi. La scrittura ha uno stile diretto e partecipe e punta ad una sintesi intelligente delle informazioni necessarie alla comprensione del fenomeno da un punto di vista profondamente umano.

Continua a leggere “La “Salvezza”, un diritto per tutti : il graphic journalism di Rizzo e Bonaccorso per Feltrinelli Comics”