“La traviata” del genio di Busseto al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

di Marta Cutugno Teatro Antico di Taormina. “A Venezia faccio la Dame aux Camelias che avrà per titolo forse, Traviata. Un sogetto dell’epoca. Un’ altro forse non l’avrebbe fatto per i costumi, per i tempi, e per altri mille goffi … Continua a leggere “La traviata” del genio di Busseto al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

AIDA Concert Gala al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

di Marta Cutugno Dall’abbozzo in prosa del libretto di “Aida” – 1870 ca “Oh, foss’io quel guerriero! E ritornare potessi carico di gloria e di allori a deporre a piedi della mia bella Aida la spada vincitrice. Tu sei bella … Continua a leggere AIDA Concert Gala al Teatro Antico di Taormina per Mythos Opera Festival

Tosca di Giacomo Puccini al Teatro Antico per Taormina Opera Stars

di Marta Cutugno  Teatro Antico di Taormina. Dopo il commovente minuto di silenzio osservato in ricordo delle vittime del disastro a Genova, è andata in scena ieri 16 agosto la prima di Tosca di Giacomo Puccini per il Taormina Opera … Continua a leggere Tosca di Giacomo Puccini al Teatro Antico per Taormina Opera Stars

“Il barbiere di Siviglia” al Parco Ecolandia di Reggio Calabria per Traiectoriae

di Marta Cutugno Reggio Calabria. Il 12 agosto, nella suggestiva cornice del Parco Ecolandia, è andato in scena “Il barbiere di Siviglia “ di Gioachino Rossini, a cura dell’Associazione Culturale “Traiectoriae” per la direzione artistica e la produzione di Domenico … Continua a leggere “Il barbiere di Siviglia” al Parco Ecolandia di Reggio Calabria per Traiectoriae

La “Salvezza”, un diritto per tutti : il graphic journalism di Rizzo e Bonaccorso per Feltrinelli Comics

 di Marta Cutugno

Se ti sedessi su una nuvola non vedresti la linea di confine tra una nazione e l’altra … 

[…] Peccato che tu non possa sedere su una nuvola”.

Sarebbe illuminante riuscire ad osservare il mondo da una postazione al di sopra di tutto come suggerito da Khalil Gibran e trovare insieme a Gianni Rodari la risposta al “perché il cielo è uno solo e la Terra è tutta a pezzetti”. C’è chi dice che chiudere i porti sia la soluzione, chi afferma che dobbiamo aiutarli a casa loro, chi grida al buonismo e chi è morto e continua a morire nel deserto, in Libia, in mare. Eppure la copertina di “Salvezza” – grapich novel con i testi di Marco Rizzo ed i disegni di Lelio Bonaccorso pubblicata a maggio 2018 da Giangiacomo Feltrinelli Editore per la collana “Feltrinelli Comics” curata da Tito Faraci – instilla nel lettore un legittimo interrogativo: dinanzi ad un uomo, ad una donna, ad un bambino che si trova a pochi metri e sta per annegare, chi riuscirebbe a voltare lo sguardo altrove, a non tendere una mano? L’istinto di sopravvivenza che alberga in ciascuno può davvero evitare di esplodere quale forza condivisa? Sfogliare le pagine di “Salvezza” significa imbattersi in un racconto generoso e forte, pregno di umanità e di dolore. I due narratori hanno scelto di vivere l’esperienza in prima persona ed il 10 novembre del 2017 si sono imbarcati per tre settimane sull’Acquarius, la nave bianca ed arancione con cui gli operatori di SOS Méditerranée insieme a Medici senza frontiere soccorrono i migranti al largo della Libia. “Salvezza” è, dunque, un’opera di graphic journalism unica nel suo genere che scaturisce da una parentesi di vita vissuta direttamente sul campo: Bonaccorso e Rizzo hanno trasferito su carta quel carico di emozioni raccolte da occhi e sensibilità tramite l’impiego degli strumenti del mestiere, fogli, pennelli, colori, macchine fotografiche e registratori. A rompere il muro di diffidenza è bastato un blocco schizzi ed una matita. Partendo da volti sofferti ritratti su un foglio, Bonaccorso e Rizzo sono riusciti ad instaurare un clima di maggiore confidenza ed hanno ascoltato storie di violenze sistematiche, di torture, di stupri. Un fumetto che fa informazione: comprende la presentazione dell’equipaggio a bordo, la descrizione delle fasi durante le operazioni di soccorso. Non mancano i volti degli autori, dei soccorritori, delle persone recuperate in mare e molte testimonianze corredate da dati ufficiali, documentati e verificabili. Un testo immediato, semplice ed estremamente simbolico da cui si evince la determinazione forte e irrinunciabile nel raccontare per fare conoscere a tutti la realtà dei fatti. Simbolo per eccellenza è il colore arancione. Arancione è il colore della nave Acquarius, dei salvagenti, della possibilità di salvezza e volutamente spicca nella predominanza dei grigi. La scrittura ha uno stile diretto e partecipe e punta ad una sintesi intelligente delle informazioni necessarie alla comprensione del fenomeno da un punto di vista profondamente umano.

Continua a leggere “La “Salvezza”, un diritto per tutti : il graphic journalism di Rizzo e Bonaccorso per Feltrinelli Comics”

“Vitae” di Mariapia Quintavalla – Le vite plurali e le “sole moltitudini”- recensione di Ivano Mugnaini

di Ivano Mugnaini Le vite plurali e le “sole moltitudini” recensione di Ivano Mugnaini Mariapia Quintavalla, Vitae, La Vita Felice, Milano, 2017 ​Vitae, e non Vita. Sulla soglia d’ingresso del libro, ci attende, ineluttabile, questa indicazione, questa intestazione che è … Continua a leggere “Vitae” di Mariapia Quintavalla – Le vite plurali e le “sole moltitudini”- recensione di Ivano Mugnaini

Donizetti-Botero : il trionfo delle Arti per “L’elisir d’amore” al Massimo di Palermo

di Marta Cutugno  Palermo. Al Teatro Massimo, “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti incontra ed omaggia l’arte di Botero. Per il capolavoro comico del maestro bergamasco, la cui prima recita è andata in scena sabato 16 giugno, Victor García Sierra lascia … Continua a leggere Donizetti-Botero : il trionfo delle Arti per “L’elisir d’amore” al Massimo di Palermo

Magazzini del Sale : Carullo-Minasi in Delirio Bizzarro

di Marta Cutugno Sono passati quarant’anni dalla legge 180 che decretò la chiusura dei manicomi ed il pensiero rivoluzionario di Basaglia resta più che mai attuale. “Visto da vicino nessuno è normale” : chi può dirsi pienamente sano di mente? … Continua a leggere Magazzini del Sale : Carullo-Minasi in Delirio Bizzarro

Mare ed Essere in Contrappunto – “Naufragio” di Auretta Sterrantino per Atto Unico

di Marta Cutugno … e tu, Perseo, che sei la Vita in un Naufragio … Messina. Domenica 15 aprile, in S.Maria Alemanna, è andato in scena “Naufragio” spettacolo scritto e diretto da Auretta Sterrantino per la V stagione di Atto … Continua a leggere Mare ed Essere in Contrappunto – “Naufragio” di Auretta Sterrantino per Atto Unico

ARB : Giovanni Renzo in “Atlas Coelestis” – La musica e le stelle

di Marta Cutugno “Anche la musica ci permette di viaggiare nel tempo e nello spazio. Possiamo ascoltare canti gregoriani, tamburi africani, canti di balene, cori balcanici, tango argentino, suoni prodotti da computer o da conchiglie, da arpe eolie o da sofisticati … Continua a leggere ARB : Giovanni Renzo in “Atlas Coelestis” – La musica e le stelle

“I Puritani“ di Vincenzo Bellini: Incantevole Iniesta al Teatro Massimo di Palermo

di Marta Cutugno Palermo. Quarto titolo della stagione d’opera e balletto 2018, “I Puritani” di Vincenzo Bellini sarà in cartellone fino al 19 aprile, un allestimento del Teatro Massimo in coproduzione con il Teatro Comunale di Bologna ed il Teatro … Continua a leggere “I Puritani“ di Vincenzo Bellini: Incantevole Iniesta al Teatro Massimo di Palermo

Raffinato ”Hommage à Morricone et la Dance” al Palacultura Antonello

di Marta Cutugno “Dagli anni del mio esordio a oggi si è passati attraverso l’alta fedeltà, la riproduzione sempre più perfetta del suono, l’arricchimento tramite messaggi video. Tutto è diventato più accurato. E il mio modo di scrivere testimonia sempre … Continua a leggere Raffinato ”Hommage à Morricone et la Dance” al Palacultura Antonello