Il morbo della colpa in “Caino. Homo Necans” – di Auretta Sterrantino per Atto Unico

di Marta Cutugno   “Non c’è nessun altro come te, Abele ed io sono quel che mi è dato di essere” Messina. Un drammatico rimbalzo, quello della colpa. Uno studio approfondito sulle figure di Caino e Abele a partire da … Continua a leggere Il morbo della colpa in “Caino. Homo Necans” – di Auretta Sterrantino per Atto Unico

“La creta indocile” di Ivano Mugnaini – una recensione di Claudia Manuela Turco

*L’articolo è originariamente apparso sul sito Poetrydream di Antonio Spagnuolo, http://antonio-spagnuolo-poetry.blogspot.com/2019/01/segnalazione-volumi-ivano-mugnaini.html ** L’immagine in evidenza, con la copertina del libro e la citazione, è tratta dal sito del giornale “Il Popolo Veneto”, https://www.ilpopoloveneto.it/notizie/cultura/2019/01/30/74438-recensione-la-creta-indocile-di-ivano-mugnaini Si ringraziano entrambi i siti citati.   … Continua a leggere “La creta indocile” di Ivano Mugnaini – una recensione di Claudia Manuela Turco

Un vortice ossessivo di azione e sonoro per DELITTO/CASTIGO – con Rubini e Lo Cascio al Vittorio Emanuele

di Marta Cutugno Messina. “Perché ho ucciso?” Al Vittorio Emanuele, nel primo weekend di febbraio, è andato in scena il tormento di Rodiòn Romànovic Raskòl’nikov, un giovane studente indigente, un povero che affoga tra i debiti e che, oltre la … Continua a leggere Un vortice ossessivo di azione e sonoro per DELITTO/CASTIGO – con Rubini e Lo Cascio al Vittorio Emanuele

Clan Off: Alessio Bonaffini in “Kean” per la regia di Adriana Mangano

di Marta Cutugno   “[…] Domani, e poi domani, e poi domani… […] La vita è solo un’ombra che cammina,  un povero attorello sussiegoso  che si dimena sopra un palcoscenico  per il tempo assegnato alla sua parte,  e poi di lui … Continua a leggere Clan Off: Alessio Bonaffini in “Kean” per la regia di Adriana Mangano

Vittorio Emanuele: Oblivion od oblio?

di Marta Cutugno Messina. Ieri 12 gennaio è ufficialmente partita la stagione musicale del Teatro Vittorio Emanuele. Al via, dunque, con gli “Oblivion: the human jukebox”, uno spettacolo messo in scena dal gruppo di artisti attualmente in tournée fino al … Continua a leggere Vittorio Emanuele: Oblivion od oblio?

“Il rigo tra i rami del sambuco” di Emilia Barbato – recensione di Donato Di Poce

Il rigo tra i rami del sambuco – di Emilia Barbato di Donato Di Poce  Il rigo tra i rami del sambuco, ed. Pietre Vive, settembre 2018 Il rigo tra i rami del sambuco di Emilia Barbato (ed. Pietre Vive, … Continua a leggere “Il rigo tra i rami del sambuco” di Emilia Barbato – recensione di Donato Di Poce

“Un codice per la fantasia” di Angelo Campolo – Insegnare e apprendere nei laboratori teatrali per ragazzi

di Marta Cutugno “Il teatro diventa così un medium straordinario per mettere in luce il paradosso tra il ruolo che recitiamo in società ( dottore, studente, ingegnere, criminale, migrante) e la funzione che siamo chiamati a giocare nella verità del … Continua a leggere “Un codice per la fantasia” di Angelo Campolo – Insegnare e apprendere nei laboratori teatrali per ragazzi

“La traviata”: croce e delizia di Giuseppe Verdi al Teatro Vittorio Emanuele

“Un ritratto di donna nessuno da lui se l’aspettava” – M. Mila di Marta Cutugno Messina. Massimo Mila, tra i più accreditati biografi verdiani, ha sempre distinto due diverse personalità  operistiche in Giuseppe Verdi: la prima, attiva dagli albori della … Continua a leggere “La traviata”: croce e delizia di Giuseppe Verdi al Teatro Vittorio Emanuele

La seduzione del male in “Riccardo III.Suite d’un mariage”- di Auretta Sterrantino

“Ormai l’inverno del nostro scontento s’è fatto estate sfolgorante ai raggi di questo sole di York“   di Marta Cutugno Messina. “Prestato, vecchio, nuovo, blu“. Un fare lento, mani nelle mani e passi che sono prolungamento di un sentire recondito … Continua a leggere La seduzione del male in “Riccardo III.Suite d’un mariage”- di Auretta Sterrantino

Clan Off: La proiezione del pericolo in “Legittima difesa” di Laura Giacobbe – regia di Roberto Zorn Bonaventura

di Marta Cutugno  Messina. Come fa la ragione ad elaborare la proiezione di un pericolo e ad individuarne le strategie per difendersi? Ce lo racconta Laura Giacobbe in “Legittima difesa” che, in prima nazionale assoluta, ha aperto la stagione teatrale … Continua a leggere Clan Off: La proiezione del pericolo in “Legittima difesa” di Laura Giacobbe – regia di Roberto Zorn Bonaventura

MILLION FACES : il rock intimista ed esplosivo di Maria Fausta Rizzo per la Filarmonica Laudamo

di Marta Cutugno  Messina. Sala Laudamo. 25 ottobre 2018. Una fuoriclasse fuori dagli schemi. È Maria Fausta Rizzo, in concerto per accordiacorde, lo spazio che la Filarmonica Laudamo dedica ai nuovi linguaggi della musica all’interno della sua già ricca stagione. … Continua a leggere MILLION FACES : il rock intimista ed esplosivo di Maria Fausta Rizzo per la Filarmonica Laudamo

“Campari e scumpariri”: “Lo scoglio del mannaro” di e con Simone Corso ai Magazzini del Sale

di Marta Cutugno  “o ventu … o sciuttu … a moddu…” Messina. “Il mito è quel nulla che è tutto” diceva Pessoa. La gente di Sicilia lo sa bene e non smette mai di celebrare i miti e le leggende … Continua a leggere “Campari e scumpariri”: “Lo scoglio del mannaro” di e con Simone Corso ai Magazzini del Sale

I Minotauri – Del dicibile, dell’indicibile – di Mario Fresa

di Mario Fresa Nulla dire se non ciò che può dirsi. Così Ludwig Wittgenstein. È forse una rassegnata accettazione della paludosa situazione ove sempre, inevitabilmente, si affoga, e affonda, il nostro povero linguaggio, qualunque volta che s’illude, lo sfrontato, di … Continua a leggere I Minotauri – Del dicibile, dell’indicibile – di Mario Fresa

Filarmonica Laudamo: la sublimità concreta di Alexander Lonquich

di Marta Cutugno Messina. Un teatro colmo di spettatori ed una forte e sentita partecipazione ha salutato il primo appuntamento nel cartellone della stagione concertistica 2018/2019 della Filarmonica Laudamo. La storica Associazione Concertistica messinese vanta il primato di essere la … Continua a leggere Filarmonica Laudamo: la sublimità concreta di Alexander Lonquich

Del volo di una vita in “Dora in avanti” di Domenico Loddo al Teatro dei 3 Mestieri

di Marta Cutugno “… è una bambolina, si difende come può…” Messina. Chi è Dora? Dora è figlia, moglie, madre, donna, bambolina e farfalla, che non sopporta il silenzio, le albe ed i tramonti. Creatura in lotta contro e per … Continua a leggere Del volo di una vita in “Dora in avanti” di Domenico Loddo al Teatro dei 3 Mestieri

Della profondità di un rimpianto in “TATATO” di Gianmarco Orlando

di Marta Cutugno   “Perché non osate? Io mi pento di tutto nella mia vita, tranne di non aver osato; quindi, in fondo, non mi pento di nulla” – TATATO, La vita di un comico non fa ridere – di … Continua a leggere Della profondità di un rimpianto in “TATATO” di Gianmarco Orlando