Stefania Tallini e Cettina Donato : 4Hands Duo stasera al Piano City di Milano

Al Piano City di Milano il duo a quattro mani delle pianiste Stefania Tallini e Cettina Donato

Sabato 19 maggio alle ore 20, in piazza Gae Aulenti, si terrà per la manifestazione Piano City il concerto a ingresso gratuito delle due brillanti pianiste italiane dalla carriera internazionale, che presenteranno ufficialmente il loro nuovo progetto “4Hands Duo”. Partner del live, la rivista Glamour.

Sabato 19 maggio alle ore 20 nell’ambito della manifestazione Piano City di Milano, sarà in scena il “4Hands Duo”, nuovo progetto musicale nato dall’incontro di due nomi di spicco del jazz italiano: le pianiste, arrangiatrici e compositrici Stefania Tallini e Cettina Donato. Il percorso internazionale di queste artiste è lungo e ricco di riconoscimenti, e rende particolarmente interessante la loro scelta di collaborare dal vivo, scambiandosi i brani e condividendo lo stesso pianoforte in un progetto a quattro mani in cui la protagonista è la loro musica.
Un affascinante dialogo tra due artiste di altissimo livello, due personalità inconfondibili, pronte a mettere le proprie peculiarità e la propria esperienza al servizio di una musica nuova. Senza pregiudizi e senza paura di confrontarsi, una accanto all’altra, sugli stessi tasti del pianoforte. Partner dell’evento, la rivista Glamour.

Stefania Tallini è un’artista poliedrica. Dopo il diploma in pianoforte al Conservatorio Santa Cecilia di Roma ha vinto premi in tutta Italia e ha inciso ben otto dischi da lei composti e arrangiati, a partire da Etoile (2002) nel quale la accompagnavano Filiberto Palermini al saxofono e Gianluca Renzi al contrabbasso.
Ha scritto musiche per il cinema e il teatro, componendo le colonne sonore del film Samara, dei documentari Ombre di luce e Ribelli, e dello spettacolo Moods della Compagnia di Danzatori Excursus. In ambito teatrale ha collaborato con Mariangela Melato, Omero Antonutti e Michele Placido. Per Stefania Tallini collaborare con altri artisti è naturale, e il suo talento ha già incrociato quello di artisti come Maurizio Giammarco, Gabriele Coen, Javier Girotto o Massimo Nunzi. Con il clarinetto di Gabriele Mirabassi ha inciso ben due album: Pasodoble (2007), registrato in duo, e Maresìa (2009), in quartetto. Dopo l’album completamente solista del 2010, The Illusionist, Stefania Tallini ha registrato due dischi col chitarrista brasiliano Guinga, Viceversa (2013), arricchito anche dal clarinetto di Corrado Giuffredi, e il recente Intimidade (2017).
I brani di Stefania Tallini nel corso degli anni hanno saputo attirare l’attenzione di esecutori d’eccezione, tra i quali possiamo ricordare i pianisti Enrico Pieranunzi e John Taylor, e il chitarrista Arturo Tallini con Ada Montellanico. Ha suonato in varie occasioni per “I CONCERTI DEL QUIRINALE, presentando la sua musica. I suoi concerti sono stati trasmessi in diretta su RADIO3 e dal circuito radiofonico europeo EBU. Sempre al Quirinale è stata ospite nell’ambito della “Celebrazione Internazionale della Festa della Donna 2008”, alla presenza del Presidente della Repubblica Napolitano.

La messinese Cettina Donato si è laureata al Berklee Music College di Boston, che l’ha anche insignita del Carla Bley Award, premio per il miglior compositore jazz. Da allora la sua carriera l’ha portata spesso a suonare all’estero, sempre con grandi riscontri: basti pensare che è stata International President del Women of Jazz Festival.
In Italia nessuna donna aveva diretto un’orchestra sinfonica con repertorio jazz prima di lei che ha saputo mettere il suo talento di direttrice, compositrice e arrangiatrice al servizio delle formazioni più diverse, dall’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari alla Late Night Jazz Orchestra di Los Angeles, fino a fondare a Boston la Cettina Donato Orchestra.
La sua discografia è segnata da ottimi lavori: l’esordio in quintetto con Pristine (2008), Crescendo (2013), inciso con orchestra sinfonica e quartetto d’archi, Third (2015), un album di sue composizioni per trio jazz. Il suo lavoro più recente è Persistency – The New York Project (2017), destinato a sostenere il progetto VillagGioVanna per la costruzione di una Residenza destinata alle persone affette da autismo.
Nel corso degli anni Cettina Donato ha raccolto applausi, premi, riconoscimenti (tra cui svariate edizioni del Jazzit Award come arrangiatrice) e collaborazioni di prestigio (qualche nome: Eliot Zigmund, Stefano Di Battista, Fabrizio Bosso, nonché l’attore e regista teatrale Ninni Bruschetta). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *