#ArnesiDaSuono 48 – Cornamusa: aerofono a serbatoio d’aria calda o fredda

di Marta Cutugno

La famiglia delle cornamuse raccoglie numerose versioni, differenziatesi nei secoli per caratteristiche formali e di appartenenza geografica. In Francia dette cabrette o musette de cour, nei Balcani gaida, in Italia zampogna, müsa o piva, la cornamusa è uno strumento musicale aerofono a serbatoio. È costituita da una sacca di pelle da cui partono quattro canne, tre delle quali sono ad intonazione fissa, ad ancia semplice (molto simile a quelle presenti nelle launeddas) e fungono da bordone. La quarta canna, ad ancia doppia, è dotata di fori per la diteggiatura ed esegue la melodia. In Europa dell’Ovest, individuiamo due tipi principali di cornamuse: ad aria calda come quella scozzese – Great Highland Bagpipe – con insufflaggio in forma diretta attraverso un boccaglio detto blowing stick ; e ad aria fredda, come quella irlandese – Uilleann pipes – in cui l’otre viene gonfiato grazie all’azione di un mantice azionato dal suonatore tramite il movimento del braccio.

Immagine di copertina: scozia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *