Un pensiero su “La poesia del giorno: Viola Amarelli

  1. Il libro da cui questi versi sono tratti è uno dei più belli che ho letto nei mesi recenti. Sono fortunato ad averli letti: si tratta di un’edizione a tiratura limitata, pochi potranno stringerlo tra le mani. E dunque: è una poesia realistica, nel senso che si tiene vicinissima alla vita senza mai farsi ammorbare dal sentimento. Il sentimento, beninteso, è la vita stessa, così come l’attività percettiva, la sensorialità, le passioni. Ma passioni e sentimenti vengono raccontati benissimo dall’esistenza stessa di ciascuno di noi, intercorrono tra le persone e danno vita -ancora!- alla vita interiore e all’esperienza relazionale. I sentimenti ammorbano la poesia, ma guai a vivere senza sentimenti! Poesia vicinissima alla vita, questa di Viola Amarelli se la figura e ce la dà in forma di parole e di frasi, di suoni e di intervalli, di ritmi e di pause: in forma di opera d’arte, di manufatto, di fatto artistico (arte-fatto). L’opera è impassibile, sempre. Anche quando è mossa dalla pietà dell’artefice, quando muove a pietà il lettore (quando scimmiotta il sentimento l’opera è invece ridicola, povera lei…). L’opera di Amarelli con-muove perché è ben fatta, costruita ad arte, handsome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *