Carteggi Inediti : tre poesie di Antonella Taravella

Per Carteggi Inediti, tre poesie di Antonella Taravella.

buco la misura e la svolta
il contropelle delle tue mani
l’indecenza della stretta
di due lingue inumidite dal silenzio
sporgenti i nostri punti intimi
miagolano liquidi
e strettamente divergenti
flessuosi al mattino
come una corolla di rosa
che diventa porpora con il gesto
dell’abbraccio
*
è gabbia tiepida questo corpo
mentre sottraggo la parola abitudine
dalle lenzuola
e l’ombra di questo noi bruno
si fa spietato
come un bellissimo domani
*
sei la misura del cielo
un corpo celeste infilato nel cranio
e ti sogno le notti
spingendomi oltre ogni meraviglia
e mi trascorri oltre ogni cosa
mentre cigolano le finestre
e le serrature parlano
sussurrandomi appena
un cielo che si fa bagnato
come un desiderio ripetuto
a G.
da “Come un sipario che muore oltre la lingua”, silloge inedita e in work in progress, 2017.

Antonella Taravella nasce a Verona nel marzo del 1977, dove risiede tutt’ora.
Nel 2012 crea Words Social Forum-Centro Sociale Dell’Arte, sito di natura artistica che tocca varie tipologie d’arte.
In seguito, nel marzo del 2013 fonda il Collettivo WSF, costola attiva sul “campo” del sito, per la creazione di eventi e partecipazione a festival e altro con la commistione di tutte le arti, al momento è fermo in cerca d’ispirazione. Nel 2013 cura, con Enza Armiento e Sebastiano Adernò, l’antologia No Job: Visioni Del Paese Irreale, che ha come scopo quello di raccogliere fondi per borse lavoro da dare a chi è stato risucchiato dalla grave crisi in cui versa il paese.
Molto attiva nel panorama poetico – culturale italiano.
Sito personale:http://nevertearusapart.wordpress.com
Sito: www.wordsocialforum.com / facebook: https://www.facebook.com/antonella.taravella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *