Autori estinti, n. 10: William Godwin

Guiglielmo Diovince, chi lo conosce oggi? Per quanti è punto di riferimento?

Forse giusto per qualche vecchio anarchico o studente della filosofia libertaria.

William Godwin non è un romanziere, un narratore, è un filosofo.

Si legge su Wikipedia:

William Godwin (Wisbech, 3 marzo 1756Londra, 7 aprile 1836) è stato un filosofo, scrittore e politico libertario britannico.

Pensatore del tardo Illuminismo nonché ispiratore di parte del Romanticismoinglese[1], radicale e repubblicano, è considerato uno dei primi teorizzatori anarchici moderni[2].

Sua moglie fu la scrittrice Mary Wollstonecraft, antesignana del femminismo e dei diritti delle donne nonché autrice di Rivendicazione dei diritti della donna. Dalla loro unione nacque Mary Godwin, nota, dopo il matrimonio con il poeta Percy Bysshe Shelley, come Mary Shelley, autrice del celebre romanzo Frankenstein[3].

L’opera più celebre di Godwin è il saggio Inchiesta sulla giustizia politica[4].

I libri di Godwin sono oggi introvabili. Se si cerca Godwin si trovano soprattutto i libri di sua moglie sul femminismo o il Frankestein di sua figlia. Godwin si è eclissato per lasciare spazio alle sue donne.

Su Amazon si riescono a trovare alcuni suoi libri. Oppure su alcune librerie online come ibs, internet bookshop italia, dove si legge alla voce William Godwin libri:

Wisbech, Cambridgeshire, 1756 – Londra 1836) filosofo e scrittore inglese. Abbandonata la carriera ecclesiastica, professò idee rigidamente deterministiche e divenne uno dei membri più autorevoli dei circoli radicali londinesi. Nel 1797 sposò la femminista Mary Wollstonecraft, di cui scrisse la biografia. La sua Inchiesta sulla giustizia politica (Enquiry concerning political justice, 1793) è un trattato sulle teorie rivoluzionarie del tempo che per la sua passione utopistica e il sapore anarchico esercitò vasta influenza sulle giovani generazioni (attirando, fra gli altri, Shelley). Le stesse idee G. riprese nel romanzo di propaganda ideologica Caleb Williams (1794), considerato anche un prototipo del romanzo investigativo.

(continua)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *