FLASHES E DEDICHE – 43 – ROSALBA DE FILIPPIS E LE SUE SORELLE IN ARIA

Proprio oggi pomeriggio, 2 marzo, presso il Caffè Letterario Le murate a Firenze, verrà presentato l’ultimo lavoro di Rosalba de Filippis. “Le sorelle in aria” edito da Passigli è un’opera in forma-poemetto. defiUn’intuizione ottima, un’architettura azzeccata e ben pensata che sottende ad una elaborazione non generica o casuale ma ad un lavoro prezioso, serio, di chi fa della poesia una priorità non autoreferenziale. Il poemetto racconta; racconta di una dissezione dell’Io e dei soggetti, immersi in una natura-schermo, dove una figura femminile indaga sulle trasformazioni quasi metamorfiche che la spingono a riflessioni costanti sul proprio essere in quanto pensante-mutante.
Ci sono elementi di raccordo continuo che si autorimandano nei versi, si rincorrono. Animali, alberi ma anche la luce, una luce percettibile e non, che la de Filippis usa come baricentro tonale dell’intero percorso bosco-poesia.

 

 

Scommessa del mattino
abbiamo cominciato presto
la finestra è la cornice
del mio albero di fianco
che porta il profumo.
Scommetto
su questo mattino
e non mi fermerò
per fare pace
non per tollerare il mio silenzio
per continuare ancora e ancora
il mio diluvio di strade mai finite.

 

 

Ora qui
sono una donna
non un lauro dolce
vado a ritroso:
stringo la radice nel calcagno
riprendo le mie dita nella mano
sorelle con la benda per il lutto
tutte bianche sopra la mia strada
portate le testimonianze
il supplemento di un editoriale
dentro il vangelo del mio quotidiano.10933785_10203718441548685_4782899271962252683_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *