“Minuetto” di Nostromo: un disco che ci conforta in questi giorni tristi

di Libera Capozucca In un momento complicato come questo, solo la musica può salvarci. Eppure non possiamo andare ai concerti, assistere ad eventi dal vivo, incontrare persone.Mantenere la distanza dalla materia addensante di cui è fatta la musica – e … Continua a leggere “Minuetto” di Nostromo: un disco che ci conforta in questi giorni tristi

La poesia del giorno: “Tu non sai le colline …” – Cesare Pavese

La poesia del giorno è “Tu non sai le colline …” di Cesare Pavese da “Verrà la morte e avrà o tuoi occhi” Giulio Einaudi Editore (Selezione: Marta Cutugno)   Continua a leggere La poesia del giorno: “Tu non sai le colline …” – Cesare Pavese

CONSONANZE E DISSONANZE / Stato delle cose 2019: “Neuropa. Poema epicomico in prosa” (Laurana, 2019) di Gianluca Gigliozzi

Spinto dalla recente lettura di un’altra prosa ibrida come quella che caratterizza Lilith di Davide Nota, sono tornato sui passi di Neuropa. Poema epicomico in prosa di Gianluca Gigliozzi, cogliendo così l’occasione della sua meritoria ripubblicazione in e-book per la collana … Continua a leggere CONSONANZE E DISSONANZE / Stato delle cose 2019: “Neuropa. Poema epicomico in prosa” (Laurana, 2019) di Gianluca Gigliozzi

Vit[amor]te. Poesie per arcani maggiori di Valeria Bianchi Mian

Recensione di Felicia Buonomo Leggere Valeria Bianchi Mian significa entrare in un cumulo di immagini, ricordi, luoghi, moti emotivi. Ma non è confuso e indistinguibile nei suoi elementi. È al contrario allineato, così come le carte dei Tarocchi di cui … Continua a leggere Vit[amor]te. Poesie per arcani maggiori di Valeria Bianchi Mian

La poesia al tempo del Coronavirus

Anno 2020  E così, giunse il nemico straniero e invisibile. Viaggiava, da est ad ovest da nord a sud, correva veloce della nostra stessa velocità. E più correvamo più ci inchiodava su un letto in ospedale sotto terra. E così, capimmo. Fermi! Come gatti in faccia al peggio. Inchiodati! Come farabutti ai domiciliari. Isolati! Come colpevoli in esilio. In attesa! Come monaci in preghiera, che il nemico si dilegui. Che la guerra finisca. Che i soldati in trincea, vinta la battaglia, brucino i loro scudi e finalmente, tornino alle loro case e finalmente, nuovi come neonati ci richiamino alla vita … Continua a leggere La poesia al tempo del Coronavirus

Totò: “Core analfabeta” – Siamo uomini o caporali #quickpost

  Dal film del 1955 “Siamo uomini o caporali” – diretto da Camillo Mastrocinque – oggi per voi “Core analfabeta”, canzone interamente composta, testo e musica, da Antonio De Curtis. Qui di seguito, la scena del film con la sua … Continua a leggere Totò: “Core analfabeta” – Siamo uomini o caporali #quickpost