Locandina Burton

Dai romanzi ai film: Miss Peregrine e Lion

Lion

Il nuovo film di Tim Burton, “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”, rielabora per il grande schermo il mondo fantastico creato dalla penna di Ransom Riggs. Con la sceneggiatura di Jane Goldman, l’autore di “Edward mani di forbice” e di “Dark Shadows” evoca ancora una volta l’orrore della realtà, con la violenza e l’odio nei confronti di chi è diverso e originale. Il rifugio in una dimensione non realistica diventa una possibilità, di fronte alle ferite del presente e della Storia (la II guerra mondiale), per valorizzare il potenziale immaginativo di Burton.

I ragazzini “speciali”, guidati dalla Peregrine di Eva Green, risultano incantevoli, a partire dal magnetico sguardo di Asa Butterfield, già interprete dei significativi “Il bambino con il pigiama a righe” e “Hugo Cabret”. Fanno parte del cast Terence Stamp (il nonno del protagonista), Samuel L. Jackson, Judi Dench e Rupert Everett.

L’armonia tra magiche avventure (come l’immersione in direzione di una nave perduta in un fondale) ed effetti speciali rende divertente il film. Verso l’epilogo prevale l’intrattenimento e non tutte le premesse narrative, soprattutto la sotterranea indagine psicologica sull’ostilità dell’ambiente degli adulti e dei coetanei nei confronti degli adolescenti non conformisti, vengono soddisfatte. Regista e sceneggiatrice si fermano prima di approfondire e di rendere più originale la storia.  Da ricordare il tema decisivo della vista, del vedere i mostri, con le variazioni cromatiche della fotografia di Bruno Delbonnel.

Sempre tratto da un libro, in questo caso però ispirato a una storia vera, con le memorie di Saroo Brierley raccolte da Larry Buttrose, è il film “Lion – La strada verso casa”. Nel raccontare la traversie dell’indiano Saroo, che a cinque anni si perde e poi sarà adottato in Australia, il regista Garth Davis e lo sceneggiatore Luke Davies utilizzano un impianto narrativo tradizionale che riesce a mantenere il coinvolgimento dello spettatore. Appassionante la prima parte in India e non priva di sottolineature psicologiche la seconda parte in Australia con Dev Patel (“The Millionaire”), Nicole Kidman, Rooney Mara e David Wenham.

Marco Olivieri

 

Dalla rubrica Visioni del settimanale “100novepress”, 12 gennaio 2017.

Le immagini sono tratte dalla pagine Facebook in italiano dei film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *