Mind Festival: Planet Funk Dj set, una tribù che balla

di Libera Capozucca

image

Planet Funk Dj set: Una tribù che balla
In occasione del Mind Festival a Montecosaro, ieri sera il collettivo Planet Funk (in versione ridotta) ha fatto ballare tutti gli astanti a ritmo di vigorosi ceffoni sonori. Qualcosa di diverso dal solito unz-unz rapisce il corpo e arriva dritto a cuore e cervello. Un bel miscuglio di dance, rock, funk, soul a testimoniare che, sebbene in duo, il loro Dj set possiede la solidità di un groove potente e quadrato. Così vigoroso da far circolare in aria energia a profusione.
Un’ora di vecchi successi rivisitati ai piatti, con la voce di Alex Uhlmann ad infarcire la selezione, viene accolta da centinaia di corpi festosi che saltellano all’unisono. Cadenzata su ritmi robotici, dal fiuto pop-rock combinato all’elettronica, la performance è come linfa per balli rituali di anime leggere. E la tribù che era presente alla rassegna ieri sera, ha ballato di brutto al suono di “Who said?”, “Chase the sun”, “The switch” solo per citare i pezzi più conosciuti. Peccato però che lo show non sia durato più a lungo: tanta incontenibile e sana energia dovrebbe circolare per più tempo nelle vene.
A noi basta esserci stati, anche se per poco, in mezzo a questa tribù di incontenibili amanti del ritmo che sollevano alle stelle il loro livello emotivo a suon di decibel e potenza musicale.
image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *