tempesta

LETTURE di Gianluca D’Andrea (33): IL VENTO PROIETTA LA SUA OMBRA

di Gianluca D’Andrea Così si allungano d’improvviso le ombre alla fine dell’estate e già producono l’antimondo dell’inverno, all’inferno. (Antonio Porta, Yellow, 2002, p. 6, vv. 8-11) L’inferno dello straniero che è la nostra ombra, libra nelle nostre atmosfere l’aerea scintilla … Continua a leggere LETTURE di Gianluca D’Andrea (33): IL VENTO PROIETTA LA SUA OMBRA

Grande-Cretto_04_Copyright_Valerio-Bellone

LETTURE di Gianluca D’Andrea (29): L’ASSENZA PRIGIONIERA

di Gianluca D’Andrea «Il suolo, pieno di cicatrici, tagli, vesciche, rimarginato, spento, e tuttavia vivente». (Valerio Magrelli, Esercizi di tiptologia, 1992, p. 45) Cosa vibra, però, nella certezza di aver saggiato la nostra uniformità? Trema il terreno della stessa certezza, … Continua a leggere LETTURE di Gianluca D’Andrea (29): L’ASSENZA PRIGIONIERA

Nella-spiaggia-dell’Arenella-la-festa-è-finita-1986

I luoghi e le scritture (rubrica di Antonio Devicienti): su “Transito all’ombra” di Gianluca D’Andrea

Il libro di Gianluca D’Andrea Transito all’ombra (Marcos y Marcos, Milano, 2016) possiede una compattezza stilistica e tematica che rispecchia la scelta nel contempo etica ed estetica effettuata dall’autore; non ci si aspetti dunque un’opera indulgente con le attese di … Continua a leggere I luoghi e le scritture (rubrica di Antonio Devicienti): su “Transito all’ombra” di Gianluca D’Andrea

Grimsey_710x330_original

LETTURE di Gianluca D’Andrea (27): PASSATO PROSSIMO PERDUTO

di Gianluca D’Andrea «Solo il suo nome, e ovviamente le date, 1900-1978: un’intera esistenza concentrata in un trattino». (Jón Kalman Stefánsson, Grande come l’universo, 2016, p. 61) Mentre aspetto di rileggere Pasolini, per scoprire come “dall’assenza di ogni distinzione” possano … Continua a leggere LETTURE di Gianluca D’Andrea (27): PASSATO PROSSIMO PERDUTO

bianco-malevich

LETTURE di Gianluca D’Andrea (26): LA REALTÀ IMPOSSIBILE E L’ASSENZA

di Gianluca D’Andrea «Non conformatevi alla mentalità di questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente». (Paolo di Tarso, Lettera ai Romani, 12,2) Questo pensare di giocare liberamente è la più grande illusione del presente. Niente di nuovo – anche … Continua a leggere LETTURE di Gianluca D’Andrea (26): LA REALTÀ IMPOSSIBILE E L’ASSENZA

peint15-24-1

LETTURE di Gianluca D’Andrea (25): L’EVIDENZA E IL DONO DELLA SCOMPARSA

di Gianluca D’Andrea Gli anni, gli uomini e i popoli Vanno via per sempre, Come acqua corrente. Nello specchio flessibile della natura Le stelle: rete, i pesci: noi, Gli dei: fantasmi e tenebra. (Velimir Chlebnikov, 47 poesie facili e una … Continua a leggere LETTURE di Gianluca D’Andrea (25): L’EVIDENZA E IL DONO DELLA SCOMPARSA

federica-cogo-pittura-27

LETTURE di Gianluca D’Andrea (24): LA MORTE VIVENTE

di Gianluca D’Andrea Il contatto pressante col dato oggettivo si risolve nella “spettralizzazione” dell’esistente proiettato nell’immagine: «La gente sarebbe stata sensibile a quelle immagini se le immagini non avessero avuto la stessa dignità delle cose reali? La questione non era … Continua a leggere LETTURE di Gianluca D’Andrea (24): LA MORTE VIVENTE