ricambi

Per una poesia ‘protesica’: Basilio Reale – “I ricambi”

Le dodici ‘sequenze’ de I ricambi[1] prendono forma nel biennio 1965-1967; alcune di esse verranno pubblicate già nel 1966 su <<Paragone>>[2], la rivista di Roberto Longhi e Anna Banti, mentre l’intera raccolta vedrà la luce solo nel 1968, presso l’innovativa … Continua a leggere Per una poesia ‘protesica’: Basilio Reale – “I ricambi”

la vita attiva

Un tecnologico che sovverte la tradizione. Basilio Reale – La vita attiva

Le quindici poesie de La vita attiva[1] sono state pensate e composte da Reale nei ferventi anni (1959 – 1963) dell’arcinoto dibattito culturale fra <<letteratura e industria>>, in un clima dunque dove l’accesa attività editoriale de Il menabò, la rivista … Continua a leggere Un tecnologico che sovverte la tradizione. Basilio Reale – La vita attiva

quotidiane abitudini

Cronaca di un riscatto delle cose: Basilio Reale – Le quotidiane abitudini

<<A Milano, negli anni dell’Università, l’analogia tra mare e ispirazione si trasformò con naturalezza in analogia tra mare/notte/ispirazione>>[1]: non vogliamo affatto credere che il passaggio dalla prima a questa seconda raccolta di Reale si possa condensare in cotanta immediatezza. Se … Continua a leggere Cronaca di un riscatto delle cose: Basilio Reale – Le quotidiane abitudini

fresa 1

Il Baudelaire “polifonico” di Fresa e Dagnino

di Emilio Risso   La particolare struttura dei Fiori del Male ha indotto alcuni critici a scorgervi come una serie di precisi momenti inanellati in successione, del tutto simili ai libri o ai “capitoli” di un poema (o meglio, in … Continua a leggere Il Baudelaire “polifonico” di Fresa e Dagnino

forse il mare

Oscillare tra mestizia e ambizione. Basilio Reale – Forse il mare

<<Ventidue gli anni, venti le liriche di Forse il mare: […] musica lieve, quasi assorta, e l’aria di malinconia (nata da un colore, da un gesto dell’uomo) incrina la parola, la rompe, la fa viva>>. Così Raffaele Crovi sulle poesie … Continua a leggere Oscillare tra mestizia e ambizione. Basilio Reale – Forse il mare

sirene siciliane

Lighea e le “Sirene siciliane” di Basilio Reale

L’altra faccia di Basilio Reale è quella dello psicoanalista junghiano[1] e su questo versante il suo capolavoro è senza dubbio l’interpretazione analitica del suggestivo racconto La Sirena (o Lighea)[2] di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, dal titolo Sirene siciliane[3]. Il poeta … Continua a leggere Lighea e le “Sirene siciliane” di Basilio Reale

basilio reale

Basilio Reale (o della non sicilitudine). Un archetipo chiamato “Isola”

<<Ho con la Sicilia rapporti d’amore, di pietà e di rabbia>>: non basta certo questo inciso di Basilio Reale[1] (Capo d’Orlando 1934) per innestare il poeta nel solco di quella tradizione di scrittori in eterno conflitto con la patria. Il … Continua a leggere Basilio Reale (o della non sicilitudine). Un archetipo chiamato “Isola”

Diego-Valeri-2

Impressionismo e crisi nella poesia di Diego Valeri

Diego Valeri è stato per lungo tempo un poeta popolare, spesso antologizzato in volumi per le scuole primarie. La sua produzione primo-novecentesca è stata piuttosto opulenta. L’esordio risale addirittura al 1908, con Monodia d’amore; successivamente pubblica Le gaie tristezze (1913), … Continua a leggere Impressionismo e crisi nella poesia di Diego Valeri

Clemente-Rebora

Per una rivalutazione di Clemente Rebora

Sulla riservata e spesso trascurata figura di Clemente Rebora sono stati di recente smontati minuziosamente tutti quei pregiudizi critici che determinavano una frattura netta del poetare reboriano tra pre e post-conversione. Segno emblematico dell’aberrazione di certe opinioni diffuse era stato … Continua a leggere Per una rivalutazione di Clemente Rebora

ungaretti

La poesia e il suo pubblico tra Otto e Novecento

Sul finire del XIX secolo l’allargamento del pubblico, dovuto ad un generale aumento dell’istruzione e dei servizi culturali offerti, genera una sorta di caccia al ‘nuovo’, inteso questo come rottura dei legami con l’irrigidita tradizione poetica nostrana, la quale sfornava … Continua a leggere La poesia e il suo pubblico tra Otto e Novecento

terzago lotter

“L’uomo è una nube”. Sulla poesia di Maddalena Lotter e Francesco Terzago

di Damiano Sinfonico El hombre es una nube de la que el sueño es viento. (Luis Cernuda) I libri d’esordio di Maddalena Lotter (Verticale) e di Francesco Terzago (Caratteri), usciti rispettivamente nell’estate del 2015 e del 2016, costituiscono due prove … Continua a leggere “L’uomo è una nube”. Sulla poesia di Maddalena Lotter e Francesco Terzago