KARL BERGER – Creative Music Studio di Woodstock al Palacultura Antonello: interviste #primadellaprima

 

di Marta Cutugno

Messina. L’evento più atteso della 98ª Stagione Concertistica della Filarmonica Laudamo è finalmente arrivato. Domenica 24 marzo al Palacultura, una straordinaria prima assoluta europea: KARL BERGER alla guida della “Filarmonica Laudamo Creative Orchestra” con special guest INGRID SERTSO. 

Un progetto importante scandito in diverse tappe che ha visto la collaborazione tra la Filarmonica Laudamo Messina onlus, il Creative Music Studio di Woodstock – New York ed Il Cantiere dell’Incanto. 

In primo luogo: la residenza di Karl Berger e di Ingrid Sertso in città dal 21 al 24 marzo, con un interessante workshop dedicato ai componenti della “Filarmonica Laudamo Creative Orchestra”,  un formazione multigenerazionale di musicisti, tutti appartenenti all’area dello Stretto e di formazione sia classica che jazz. La masterclass e le prove del concerto si sono tenute presso la Sala Contilli del Teatro Vittorio Emanuele e presso la Casa del Con, sede dell’Associazione “Il Cantiere dell’Incanto” fondata da Angelo Tripodo e Giovanna La Maestra.

Carteggi Letterari ha avuto il privilegio di assistere ad alcune ore di masterclass, un’occasione unica per accostarsi al metodo, allo stile di Berger che, come un pittore, ha lasciato che il pensiero musicale libero di ogni strumentista partecipante, trovasse il suo spazio, la sua personale espressione. Nell’assoluta libertà del gesto, immediato ed asciutto e senza bisogno di tante parole, Berger ha saputo tirar fuori grandi cose dai suoi musicisti, richiamando sonorità rinnovate. In atto, un disegno di strutture ritmiche, melodiche ed armoniche, spesso partendo da un’idea stabilita, che accompagnata da poche ma essenziali indicazioni, riusciva a perdersi nella sua sana follia liberatoria, per un trascinante tripudio di suoni e di ritmi. “Possiamo eseguire la stessa composizione per cinquant’anni ma non avremo mai gli stessi suoni, – spiega Berger ai musicisti della masterclass – “suonare una nota a caso è come suonare un mondo, non esiste nessun tipo di routine in questo, nessuno può dire di suonare nuovamente la stessa identica cosa perché sarà ogni volta una nota nuova. Il suono è una commistione di suoni, l’armonia non dipende mai da una nota, ma dal modo di intendere il suono soggettivamente, perché non siamo mai separati ma siamo un’unica mente, come è successo prima, dopo soli cinque minuti eravamo tutti, eravamo insieme”.

Tappa essenziale per la scoperta e la comprensione del pensiero “Creative Music Studio” è stata la proiezione di KARL BERGER: MUSIC MIND” , un film del 2018 di Axel Kröell e Julian Benedikt, sottotitolato in italiano proprio per questa occasione. Proiezione avvenuta giovedì 21 marzo, presso l’Auditorium Fasola-Apollo, e riservata agli abbonati della Filarmonica Laudamo ed a tutte le figure professionali coinvolte nel progetto. “Insieme e finalmente – racconta Luciano Troja – abbiamo avuto chiara la filosofia e la storia del CMS e la forza spirituale ed artistica che ha ispirato la fondazione del Centro, un fondamento, qualcosa che si è innestato per sempre nella storia del jazz e nella storia della musica creativa in generale, una concezione musicale che segue il flusso della creatività non soltanto legata alla musica scritta ed ai linguaggi convenzionali”.

Il “Creative Music Studio” di Woodstock – New York,  che è luogo di studio e di ricerca musicale dal 1971 è stato fondato da Karl Berger e Ingrid Sertso insieme ad Ornette Coleman ed ha visto il passaggio e vissuto la collaborazione con grandissimi musicisti come Pat Metheny, Cecil Taylor, John Cage, Jack De Johnette, Vijay Iyer.

Karl Berger è icona internazionale del jazz e della musica creativa, artista orientato alla ricerca delle connessioni tra i suoni delle musiche del mondo. Compositore, pianista e vibrafonista, si dedica da sempre alla didattica e all’educazione musicale promuovendo workshops, organizzando concerti e registrazioni e creando una fittissima rete di artisti in tutto il mondo, grazie alla divulgazione dei membri del CMS.

Ingrid Sertso è cantante e poetessa. Ha lavorato nel corso della sua carriera con musicisti d’avanguardia (Karl Berger e Don Cherry). E’ una avventurosa vocalist, ma anche una raffinata interprete di jazz, e di musiche di altre culture.

La Filarmonica Laudamo Creative Orchestra è stata fondata da Luciano Troja nel 2016 e nello stesso anno è stata diretta da Dave Burrell, da Blaise Siwula  e  Rocco John Iacovone  nel 2017, da Salvatore Bonafede nel 2018 per la prima assoluta di Animals Suite e adesso verrà guidata da Karl Berger feat Ingrid Sertso. Dal 2016, grandi pianisti/compositori come Fred Hersch, Marc Copland e Richie Beirach hanno tenuto per i componenti dell’orchestra masterclass e workshop legati esclusivamente a proprie composizioni.

Abbiamo incontrato il direttore artistico della FIlarmonica Laudamo, Luciano Troja che ci ha raccontato con molta emozione di questo incantevole progetto:

L.T: “L’arrivo di Karl Berger è traguardo di un percorso naturale perché da quasi dieci anni sono in collaborazione con alcuni musicisti americani legati al Creative Music Studio. In questi anni, anche insieme a Giancarlo Mazzù, ho avuto privilegio di partecipare a diversi concerti e registrazioni di dischi, per cui ho pensato che sarebbe stato bellissimo trasferire qui a Messina l’approccio creativo del CMS di Woodstock e proprio insieme a colui che lo ha fondato. Tutto questo è stato possibile anche grazie all’affidabilità della Filarmonica Laudamo: unico obiettivo, creare sinergia, interazione e condivisione, la condivisione che, se vogliamo, è alla base della musica jazz, per cercare tutti insieme per arrivare ad un punto unico nel fare musica. Senza dimenticare la conoscenza di nuovi linguaggi, partendo dalle risorse umane che abbiamo qui nella nostra terra. I musicisti coinvolti sono tutti dell’area dello Stretto e mi piace ricordare che alcuni di loro, come Carmelo Coglitore e Carlo Nicita, sono rientrati appositamente a Messina per questo concerto che siamo molto contenti di ospitare e che consiste in una proposta di novità per nostri abbonati ma che è anche frutto delle ricerche effettuate nelle stagioni degli ultimi anni”.

Luciano Troja ha poi illustrato quali saranno i prossimi appuntamenti della Filarmonica Laudamo:

L.T: “Per le prossime date segnalo il concerto dell’Orchestra Siciliana di Clarinetti diretta da Marcello Caputo e l’appuntamento del 7 aprile con “No Piano in an Island”, una rappresentazione in concerto delle musiche di compositori-pianisti della scena siciliana che fanno capo all’etichetta palermitana Almendra, che più di una casa discografica è un movimento culturale e poi Giancarlo Mazzù e Francesco Mazzù per AccordiAccorde ed il concerto dei giovanissimi preselezionati dal Conservatorio Corelli di Messina. Katia Pesti e Giancarlo Parisi con un concerto dedicato a Debussy con strumenti incredibili. Chiuderemo con l’Orchestra di fiati del Conservatorio Corelli diretta da Lorenzo Della Fonte, con Eugene Migliaro Corporon co-direttore che verrà direttamente dagli Stati Uniti, ed il primo  clarinetto del Teatro La Fenice di Venezia, Vincenzo Pace.

Il concerto di KARL BERGER alla guida della “Filarmonica  Laudamo Creative Orchestra” con special guest INGRID SERTSO è in programma per domani domenica 24 marzo 2019, ore 18 – Palacultura Antonello, Messina.

(Foto che seguono:  Valerio Vella)

Da sinistra: Luciano Troja e Karl Berger

KARL BERGER & FILARMONICA LAUDAMO CREATIVE ORCHESTRA

feat.Ingrid Sertso

 

Karl Berger direzione, pianoforte

Ingrid Sertso vocals, poetry

Rosalba Lazzarotto vocals

Erika La Fauci vocals, tastiere

Carmelo Coglitore sax soprano, clarinetto basso

Maria Merlino sax alto, sax baritono

Giovanni Randazzo sax tenore, sax soprano

Daniele Colistra sax alto

Demetrio Spagna sax tenore

Gabriele Freni sax tenore

Carlo Nicita flauti

Matteo Diego Scarcella flauti

Giuseppe Corpina clarinetto

Antonio Scimone clarinetto

Antonino Cicero fagotto

Giovanni Alibrandi  violino, computer

Genziana D’Anna violoncello

Maurizio Salemi violoncello

Giancarlo Mazzù chitarra

Alessandro Blanco, chitarra

Sergio Silipigni chitarra

Deborah Ferraro arpa

Melo Mafali tastiere, electronics

Luciano Troja tastiere, coord. generale

Nuccio Perrotta contrabbasso

Beppe Santamaria contrabbasso

Domenico Mazza basso elettrico

Nancy Lucà digeridoo

Pierangelo La Spada vibrafono, percussioni

Filippo Bonaccorso batteria

Fabrizio Franzini batteria

Federico Saccà batteria

 

Rispondi